Annunci

Amazon Prime Video, un’ottima scelta. La prova di Sugarpulp

Amazon Prime Video

Amazon Prime Video, un’ottima scelta. La prova di Sugarpulp del canale streaming di Amazon che festeggia un 2017 da record.

A dicembre 2016 è partito anche in Italia Amazon Prime video, il canale streaming del colosso di Seattle.

A poco più di un anno dal lancio del servizio dunque proviamo a fare il punto su quello che è già diventato uno dei player più interessanti nel mondo dell’entertainment.

Il prezzo dell’abbonamento

Per gli utenti il prezzo è sicuramente l’aspetto più conveniente: se infatti siete già utenti di Amazon Prime l’abbonamento al servizio video è gratuito. 

Quindi con i 19.99 euro dell’abbonamento annuale a Prime, che vi permettono di usufruire di spedizioni gratuite e super veloci su migliaia di prodotti, ma anche di leggere migliaia di ebook e di ascoltare tonnellate di musica gratis, potrete anche accedere gratuitamente a tutti i contenuti del canale.

E giù da questo si capisce la potenza dell’offerta multimedia e multicanale di Amazon, una vera e propria schacciasassi che fa sembrare “caro” perfino il 7.99 mese di Netflix, ovvero l’abbonamento base.

Il catalogo: molte serie, grandi film

Se Netflix è diventata la potenza che è diventata grazie alla produzione di serie tv originali, Amazon Prime Video non è da meno: The Man in the High Castle, American Gods, Goliath, Mozart in the jungle Jean Claude Van Johnson, sono soltanto alcuni dei titoli disponibili in catalogo. E oltre alle serie anche gli show come The Grand Tour (una produzione semplicemente pazzesca).

Questo per quanto riguarda gli Amazon Original, ma sono disponibili anche moltissime altre serie come ad esempio Mr. Robot, Dr. House, Preacher, Hawai Five O… Tante anche le serie italiane.

Se invece parliamo di film allora a mio modo di vedere Amazon Prime Video vince il confronto con Netflix: per uno come me, che predilige il formato film rispetto alla serie tv, non c’è proprio storia.

Un catalogo con titoli molto interessanti, attuali e non, con molta più scelta rispetto alla concorrente diretta.

Quasi del tutto assenti invece i documentari, formato che a me piace un sacco e che purtroppo su Amazon Prime Video è quasi del tutto trascurato. Ottima invece la selezione di titoli per bambini. 

Promozione a pieni voti

In definitiva un’offerta molto mainstream, con titoli “pesanti” ben distribuiti tra grandi classici e novità interessanti.

C’è poco da fare, se avete già l’abbonamento a Prime questo è tutto grasso che cola, altrimenti un canale del genere è un più che valido motivo per fare l’abbonamento, soprattutto tenendo conto che Amazon nei prossimi anni investirà moltissimo in produzioni ed acquisizioni, quindi l’offerta potrebbe soltanto migliorare.

L’unico difetto è la mancata integrazione per Chrome Cast dell’app mobile, app che comunque è disponibile per Apple Tv.

Scenari futuri

Se è vero che Apple sembra interessata ad acquistare Netflix per 85 miliardi di dollari, e se è certo che Disney lancerà il suo canale su cui un po’ alla volta farà convergere tutto il suo catalogo mostruoso, presto assisteremo ad una vera e propria lotta tra titani, con tutti i big player dell’entertainment schierati in campo.

Anche perché, in uno scenario di questo tipo, difficile pensare che Facebook, Google, Microsoft e gli altri pezzi da 90 non accettino la sfida, in ballo ci sono troppi soldi (come sempre del resto). Facebook peraltro da questo  punto di vista si è già mosso molto bene, sperimentando le dirette dei grandi eventi sportivi.

Lo sport, insieme alla produzione di contenuti originali, sarà sicuramente uno dei grandi asset dell’entertainment via streaming. Non dimentichiamo che negli Stati Uniti Amazon Prime Video trasmette l’NFL, così, giusto per dire…

Amazon Prime Video, tutti i numeri del 2017

Chiudiamo il post con i dati e le curiosità de l 2017 di Amazon Prime Video. Dal punto di vista globale il picco degli utenti si è verificato  il 30 dicembre.

Le serie più viste sono state la seconda stagione di The Grand Tour e la serie The Marvelous Mrs. Maisel (nominata ai Golden Globe ), mentre i film che sono stati più visti sono stati The Circle e The Big Sick.

Vienna è stata la città con il più alto tasso di ore di streaming tra le 50 città con il più alto numero di spettatori. Negli Stati Uniti invece ha dominato Austin in Texas .

Amazon Prime Video include la funzione X-Ray, una caratteristica esclusiva del servizio supportata da IMDB che consente ai clienti di accedere alle informazioni su attori, personaggi, musica, curiosità, contenuti bonus e molto altro durante la visione dei contenuti.

Durante l’anno appena passato il numero di clienti che ha usufruito del servizio X-Ray è cresciuto dell’85%. Gli Stati Uniti sono stati la nazione in cui la funzione X-Ray è stata più utilizzata, seguiti da Germania e Gran Bretagna. Gli utenti che utilizzano i tablet Amazon Fire sono quelli che mediamente utilizzano di più questa funzione.

Per quanto riguarda le serie originali della società di Seattle Sneaky Pete ha raggiunto il maggior numero di visualizzazioni in tutte le maggiori città americane tra cui Los Angeles, New York e Chicago, ma non a Washington DC, dove la serie più seguita è stata The Man in the High Castle.

Questa la lista delle principali città abbinate al genere preferito dai relativi spettatori, basate sulla stima di una media di ore viste pro capite:

  • Commedia – Vienna, Austria
  • Drammatico – Tokyo, Giappone
  • Fantasy – Londra, England
  • Programmi per bambini – Oldenburg, Germania
  • Mistero – Austin, Texas

Prime Video è stato l’unico servizio streaming a lanciare titoli in HDR10+. Dal suo lancio, il 13 dicembre, i titoli di cui si è fatto più streaming in HDR10+ sono stati The Grand Tour S2 e Jean-Claude Van Johnson.

Prime Video è stato lanciata su Apple TV ed è stato subito una hit – ha ottenuto il maggior numero di download nel corso della prima settimana nella storia delle app per tvOS. I titoli più guardati in streaming su Apple TV sono stati The Grand Tour S2 e The Marvelous Mrs. Maisel.

Prime Video è stata la prima piattaforma di streaming a ottenere un premio Oscar come Miglior Film Straniero con The Salesman, un premio Oscar per il Miglior Attor protagonista con Casey Affleck (Manchester by the Sea) e un premio Oscar come Miglior Sceneggiatura Originale con Kenny Lonergan (Manchester by the Sea). Amazon ha anche fatto la storia essendo il primo servizio streaming a ricevere una candidatura come Miglior Film (Manchester by the Sea).

Queste invece le serie TV più guardate su Amazon Prime Video a livello globale:

  • Grand Tour (Stagione 1)
  • Sneaky Pete (Stagione 1)
  • The Man in the High Castle (Stagione 1)
  • The Man in the High Castle (Stagione 2)
  • The Tick

I film più guardati su Amazon Prime Video a livello globale:

  • Daddy’s Home
  • 13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi
  • Iron Man
  • Dirty Grandpa
  • Whisky Tango Foxtrot

Le serie TV più scaricate su dispositivo mobile a livello globale:

  • Bubble Guppies (Stagione 1)
  • Mr. Robot (Stagione 1)
  • The Grand Tour (Stagione 1)
  • The Man in the High Castle (Stagione 1)
  • Daniel Tiger’s Neighborhood (Stagione 1)

I film più scaricati su dispositivo mobile a livello globale:

  • The SpongeBob Movie: Fuori dall’acqua
  • The Hunger Games: Il canto della rivolta (Parte 2)
  • Mission: Impossible – Rogue Nation
  • Interstellar
  • Daddy’s Home

Le serie più guardate in Italia:

  • The Grand Tour (Stagione 1)
  • The Man in the High Castle (Stagione 1)
  • The Grand Tour (Stagione 2)
  • American Gods (Stagione 1)
  • Mr. Robot (Stagione 1)

I film più guardati in Italia:

  • Ted
  • Elysium
  • Mission: Impossible Protocollo Fantasma
  • I guardiani del destino
  • Wanted

Le serie più scaricate in Italia:

  • The Grand Tour (Stagione 1)
  • The Man in the High Castle (Stagione 1)
  • The Man in the High Castle (Stagione 2)
  • Preacher (Stagione 1)
  • Lucifer (Stagione 1)

I film più scaricati in Italia:

  • Arrival
  • The LEGO Movie
  • The SpongeBob Movie: Fuori dall’acqua
  • The Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 2
  • Legendg

Scrivo cose, vedo gente, leggo libri e fumetti. Presidente Sugarpulp dal 2011. A 40 anni suonati sono in imbarazzo ogni volta che mi chiedono “Ma tu che lavoro fai?”. Up the irons!

Annunci
Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: