Assassin’s Creed, viaggio nel mito

Assassin's Creed, viaggio nel mito - Prima Parte, di Daniele Cutali

Assassin’s Creed, prima parte di un lungo viaggio attraverso il tempo: la Storia dell’Umanità racchiusa in un videogames.

>> Scopri i dettagli della conferenza “Assassins’s Creed tra storia e mito” che si terrà durante Chronicae 2016, Festival Internazionale del Romanzo Storico

L’incredibile saga di Assassin’s Creed sarà protagonista di uno degli incontri di Chronicae 2016 – Festival Internazionale del Romanzo Storico di Piove di Sacco (qui la scheda completa della conferenza dedicata al celebre videogioco targato Ubisoft). Iniziamo dunque a partire da oggi a pubblicare una serie di articoli a cura di Daniele Cutali per conoscere meglio uno di quei titoli capace di fare la storia dei videogames e della cultura pop.

Assassin’s Creed, viaggio nel mito.

Ubisoft, software house francese nata a metà anni Ottanta del secolo scorso, ha prodotto almeno un paio di videogames che rimarranno nella storia dell’intrattenimento videoludico. Chi non ricorda Rayman, la melanzana saltellante del platform bidimensionale omonimo? Un susseguirsi di episodi soprattutto per console, diventati poi tridimensionali nel 2011, fino a Rayman Legends del 2013. Ma Ubisoft è sinonimo anche di videogiochi stealth e d’avventura, ovvero quel tipo di videogame in cui per condurre il gioco al termine non ci si deve soltanto impegnare in frenetici combattimenti ma anche studiare strategie in cui il nascondersi e lo spiare per acquisire informazioni fondamentali la fanno da padroni. Fanno parte di questa categoria la serie di Tom Clancy e, soprattutto, quella d’azione a sfondo storico Assassin’s Creed.

Con nove capitoli ufficiali, vari spin-off e tie-in e altre incursioni multimediali che vanno dai romanzi ai fumetti ai cortometraggi a un film live action ancora in produzione che vede protagonista Michael Fassbender (il trailer è già disponibile su Youtube), l’universo e la continuity di Assassin’s Creed sono stati definiti nei più piccoli dettagli, e soltanto i videogames per le principali console e per PC hanno venduto più di 74 milioni di copie nel mondo. Questo per comprendere la portata del successo del brand. Parlandone dal punto di vista umanistico, invece, con le dovute proporzioni, è una manna per gli appassionati di ambientazioni storiche e personaggi in costume delle varie epoche visitate.

Il gameplay è, come detto più sopra, per lo più in modalità stealth miscelato a elementi di destrezza e abilità tipica da videogame action, arcade e platform tridimensionale, facendo leva sull’evitare gli ostacoli, balzare dai tetti degli edifici, giungere di soppiatto sui nemici, e amenità varie. Nel frattempo si esplorano vaste ambientazioni open-world alla ricerca di ciò che richiede il gioco per essere portato a termine, affrontando tutti i nemici del caso. OK il gioco va bene ma qui si parla di storia, abbiamo detto. L’appeal narrativo fortissimo è dato dal calare il protagonista in vari periodi storici dell’umanità arricchendoli di dettagli di fantasia e mistero, pericolosi nemici e manufatti al limite della magia, degni del miglior Codice Da Vinci mescolati a un viaggiare virtuale su e giù per il tempo da parte del protagonista.

Per osare un confronto molto ardito, a ogni episodio di Creed (come lo chiamano affettuosamente i fan) sembra quasi di assistere a un episodio di Doctor Who, quando si fionda nelle epoche storiche più disparate del passato e si incontrano personaggi divenuti famosi. La trama alla base dei giochi è semplice. In gran segreto viene condotta da secoli una guerra tra l’Ordine Templare e la Confraternita degli Assassini. Dai nomi dei due gruppi sembrerebbe che il primo siano i buoni e i secondi i cattivi, invece no.

L’Ordine Templare vuole arrivare a controllare il mondo con metodi poco ortodossi per consegnare l’umanità a un Nuovo Ordine di pace duratura (dove l’ho già sentita, questa?); gli Assassini seguono invece il loro Credo (da qui il titolo dei giochi) di liberare l’uomo da tutte le tirannie per convivere nel nome della giustizia e della fratellanza tra i popoli.

Secoli di imboscate, attentati, inseguimenti. Si parte dall’oscurità del Medioevo; il primo Assassin’s Creed (2007) è ambientato all’epoca della Terza Crociata e le memorie del protagonista, l’Assassino Altaïr Ibn La-Ahad, vengono vissute da un ragazzo di venticinque anni, Desmond Miles, attraverso l’Animus il congegno per viaggiare mentalmente nel tempo. Altaïr è anche il protagonista del prequel, Assassin’s Creed: Altaïr’s Chronicles e del sequel Assassin’s Creed: Bloodlines. Assassin’s Creed II (2009) spedisce il giocatore e il suo avatar, ancora Desmond Miles, in pieno Rinascimento, e questa volta le memorie sono di Ezio Auditore, un nobile fiorentino a cui è stata decimata la famiglia da un funzionario corrotto dall’Ordine dei Templari.

Deciso a portare a termine la sua personale vendetta, entra a far parte della Confraternita degli Assassini contro gli esponenti della famiglia Borgia e del Vaticano, segretamente d’accordo con i Templari. Attraverso i tie-in Assasin’s Creed II: Discovery e Assassin’s Creed: Brotherhood, Ezio Auditore, guidato da Desmond Miles, arriverà a debellare l’Inquisizione, il Papato e a conquistare Roma. In un ulteriore tie-in del 2011, Assassin’s Creed: Revelation, Desmond Miles è giunto al capolinea e tramite gli ultimi ricordi degli antichi Assassini da lui impersonati, Altaïr e Ezio Auditore, scopre che la Terra è in grave pericolo a causa della stessa tempesta solare che millenni prima decimò l’umanità e alcuni “esseri superiori” con cui conviveva.

Fantasia sì, ma con una potenza narrativa irrefrenabile. Ma non è finita qui. Ubisoft non si fa mancare niente e dal Rinascimento fa un salto in avanti, arrivando nel Nuovo Mondo dei pionieri di frontiera e dei nativi americani.

Ne parleremo nella prossima puntata…

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account