Avengers 2 – Age of Ultron, la recensione

Avengers 2 – Age of Ultron tanta azione, qualche X-Men e il barone Strucker. Il mondo Marvel quasi al completo per un pieno d’incassi.

Avengers 2 – Age of Ultron è esattamente quello che ti aspetti, oltre due ore di botte da orbi tra robot, molti robot, moltissimi robot, gente in calzamaglia, semidei e gente guercia.

Se pensavi ad un adattamento intimista o noir che troverebbe la sua giusta recensione in Cahiers du cinéma lascia perdere, c’è sempre Moretti che ti aspetta.

Avengers-2-Age-of-Ultron-img4

Sarò sincero, la transformerizzazione (vedi Transformers dal terzo episodio, se non svieni prima) era dietro l’angolo e dopo aver visto il trailer ho temuto il peggio. Fortunatamente, anche se i “giochi” camera sono a volte improbabili, la CG si nota spesso, questo Avengers 2 – Age of Ultron regala momenti di sana ironia e divertimento.

Certo i personaggi sono gli stessi del primo, in versione un po’ bollita, il Thor (Chris il #superfigo per adolescenti) borioso e stupito dalla vita, l’Iron Man (Robert il #superfigo per MILF) giocoso e sempre sopra le righe e il Cap (poche chiacchiere e tanto distintivo Evans) serioso e concreto.

Poi inaspettatamente abbiamo una piccola svolta di spessore, Vedova Nera (super labbra Scarlett) sempre più donna “falling in love” e un Occhio di Falco (triglia lessa Renner) “family addicted”.

Banner/Hulk, spacca tutto! Epic win-win!

Avengers-2-Age-of-Ultron-img2

Ma con un colpo di scena ben calcolato, la produzione Marvel è attentissima a fregarti costringendoti a vedere anche la prossima puntata, si introducono nuovi Avengers dai nomi già sentiti come Scarlet e Quicksilver. Questi sono scaraventati sullo schermo come new entry di un prossimo futuro passato, X-Men rulez.

Dimenticavo l’androide Visione… si dimentica presto tranquillo.

Se Joss Whedon (l’ammazzavampiri) ci regala una regia degna, certamente non mi strappo le vesti come per il primo episodio. Fotografia, script, commento sonoro e dialoghi poco sopra la sufficienza non lo faranno ricordare come un Terminator 2 (dove 2 è meglio di 1).

Avengers 2 – Age of Ultron è un film sostanzialmente ben riuscito con qualche evidente lacuna, i veri marveliani lo stroncheranno ma tanto lo fanno sempre, adatto a tutta la famiglia che in fondo oggi è il vero mercato.

Avengers-2-Age-of-Ultron-img3

Se hai figli in età scolare vai tranquillo, unico limite la prosopopea conclamata di Ultron, il supervillain più chiacchierone dell’universo (tutti gli universi), che potrebbe distogliere dalla magica attenzione per lo schermo i tuoi figli.

L’ultima nota proprio per i fun Marvel o nerd over 40 con l’insana passione per le continuity, auguri!

Tags:
  • Danilo Villani

    visto con mio nipote 15enne, alla fine fomentati entrambi. è marvel non rohmer o wenders perciò ci vai per puro divertimento. 2 note di rilievo: il battaglione finale con ralenti nella migliore tradizione johnwooiana e l’attrice che interpreta scarlet, sensualissima nonostante la giovane età e l’aspetto dimesso. da (ri)vedere.

  • Danilo Villani

    dimenticavo il cameo di stan lee nei panni di un veterano dello sbarco in normandia e vi raccomando di non rimanere fino alla very end dei titoli di coda, il glitch finale NON C’E’!!!!
    c’è solo un piccolo accenno al sequel con il capo fucsia dei chitauri all’inizio dei titoli di coda
    stessi.

  • Pingback: Captain America: Civil War, la recensione - Sugarpulp MAGAZINE()

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account