Annunci

CCTVYLLE #01, la recensione

CCTVYLLE #01, la recensione di Giulia Mastrantoni

CCTVYLLE #01. Il fumetto ideato da Gianluca Bonomo ci catapulta in una città distopica in cui tutti sono nemici di tutti.

CCTVYLLE #01, la recensione di Giulia Mastrantoni

Avevamo lasciato il misterioso protagonista di CCTVYLLE a cercare Damien. La situazione non sta migliorando e gli ibridi, gli uccelli che riprendono tutto e che fanno da spie per il governo, sono ovunque.

CCTVYLLE è diventata una città dove tutti sono nemici di tutti, nessuno si fida più di nessuno e i dissidenti continuano a sparire. Ogni giorno, infatti, scompare qualcuno e si dà il caso che tocchi sempre a personaggi che stavano svolgendo un ruolo chiave nella messa a punto di un’insurrezione. Una casualità? Probabilmente no, ma la società è rosa da un tarlo che la sta divorando senza pietà e non si rende conto di quello che sta accadendo. Come si può reagire? Come si può combattere un sistema che sta massacrando l’umanità facendo leva sulla paura e la solitudine?

Per questo è importante trovare Damien. Il misterioso protagonista incappucciato, di cui il volto ci è ancora sconosciuto, incontra la moglie di uno dei rivoluzionari scomparsi. Il contenuto del biglietto che l’uomo ha scritto per lei non è affatto chiaro alla donna, ma il messaggio è ben decifrabile per il protagonista. Si reca nel luogo indicato in quelle poche righe, e lì incontra lei. Lei, l’artista che segue l’istinto. Conosce Damien da quando erano piccoli e può aiutarlo a trovare il ragazzo. Ma occorrerà convincere il giovane a unirsi alla causa, perché non è semplice scalfire le sue difese mentali…

Una storia che continua tra tensione, colpi di scena e spionaggio. Un fumetto distopico che vuole affrontare tematiche forti, come il controllo, la non-vita, la paura, il bisogno di reagire. Una trama attuale tradotta in disegno sapientemente e accuratamente. Da leggere.

Maggio info sul sito ufficiale di CCTVYLLE

 

Nasco a Frosinone nel 1993. Decido presto che la musica è la mia strada e poi cambio idea. Al momento di iscrivermi all’università decido di voler studiare cinema. E mi iscrivo a Lingue. Ma di una cosa sono certa: andare lontano da casa. A Udine. Frequento corsi di aiuto-regia, edizione, fotografia, montaggio e scrittura creativa. Collaboro al Filmforum Festival e al Far East Film Festival come Web Editorial Staff e Social Media Team, e intanto entro nella redazione del Messaggero Veneto Scuola. Curo produzione e sceneggiatura di un cortometraggio e partecipo a diversi spot. Mi laureo nel Luglio 2014 in Inglese e Francese e parto per l’Inghilterra, dove lavoro all’Holbourne Museum fino a Settembre, quando torno a Udine per iniziare la laurea specialistica. Non resisto ferma a lungo, e allora vado allo SugarCon 2014 a Padova, dove faccio la mia prima vera esperienza da interprete. E ora? Sto studiando. Lo giuro. Attualmente scrivo per le pagine scuola del Messaggero Veneto, per Sugarpulp MAGAZINE e per Sconfinare. Scrivere è qualcosa di meraviglioso e ha un posto speciale nella mia vita.

Annunci
Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: