Annunci

Confessioni di un sicario, la recensione

Confessioni di un sicario di Richard Godwin è un romanzo da leggere d’un fiato: asettico come la mente del killer, scorre veloce tra una pioggia di suspense.

Confessioni di un sicario, la recensioneTitolo: Confessioni di un sicario
Autore: Richard Godwin
Editore: memenoir
Pagine: 200
Prezzo: 3,99 euro (Kindle)

Confessioni di un sicario è un romanzo da leggere d’un fiato: prosa estremamente scorrevole, personaggi semplici e una trama piena di suspense.

Parla di Jack, un killer che viene assoldato da Martoni e che, forte delle conoscenze militari che ha acquisito mentre era nell’esercito, mettere a frutto le sue abilità di tiratore scelto per guadagnarsi da vivere.

Non solo sa trovare il modo di uccidere chiunque, ma è anche in grado di scegliere in modo intelligente quali lavori accettare e quali no: infatti, non tutte le proposte che riceve vengono approvate da Jack.

In primo luogo non ama uccidere donne, e poi non gli sembra una scelta saggia immischiarsi in delitti passionali. Jack accetta solo lavori che abbiano a che fare con affari, politica e scandali.

Uccide un prete che violentava bambini, una guru del sesso che aveva fondato una setta per torturare gli uomini, una donna che aveva lasciato morire di stenti in una buca un’avvocato incinta. Jack sa il fatto suo quando sceglie un lavoro. Ma non ha fatto i conti con la bella Lauren e con Klein. Questa volta ci vorrà molto più del suo solito sangue freddo per salvare la pelle.

Richard Godwin scrive in modo molto impersonale, quasi una cronaca di eventi. Non c’è spazio per sentimentalismi né per flussi di coscienza, tutto è asettico esattamente come la mente calcolatrice del protagonista.

Nessun aggettivo superfluo, nessuna descrizione suggestiva: solo un susseguirsi di azione. La traduzione italiana, a cura di Agnese Scarpa, Eugenia Serravalli e Giacomo Stefanini, è molto gradevole e rende bene lo stile di Godwin.

Si legge senza mai chiudere le pagine e si apprezza il senso di adrenalina che scaturisce dal racconto dei delitti di Jack. Una lettura piacevole e nient’affatto impegnativa.

Annunci

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: