Annunci

Dannazione

Dannazione per Chuck Palahniuk è un ritorno parziale ai fasti del passato: il libro infatti non colpisce duro quanto Fight Club, Survivor o Soffocare.

DannazioneTitolo: Dannazione
Autore: Chuck Palahniuk
Editore: Mondadori (Piccola Biblioteca Oscar)
PP: 250
Prezzo: 10 euro

Con Dannazione Chuck Palahniuk ritorna alla narrazione pulp senza compromessi che l’ha reso famoso in tutto il globo grazie a romanzi memorabili, su tutti quel Fight Club divenuto una sorta di manifesto generazionale di fine millennio (anche grazie allo spettacolare film di David Fincher).

La trama è piuttosto semplice: Madison Parker, figlia tredicenne di una star di Hollywood e di un miliardario, vive tra lusso sfrenato e povertà di affetti, trasportata in giro per il mondo da due genitori troppo interessati al successo e alla notorietà per avere del tempo da dedicarle.

A causa di vicissitudini piuttosto grottesche e misteriose Madison perde la vita e si ritrova inaspettatamente all’inferno.

Qui la giovane farà amicizia con Archer (il punk dalla cresta blu), Leonard (il secchione), Babette (la cheerleader) e Patterson (il giocatore di football), quattro ragazzi condannati alla dannazione eterna.

Tra paesaggi da incubo e incontri con personaggi più o meno noti della storia, Madison cercherà di dare un senso alla sua permanenza negli Inferi, provando pure a rispondere ad alcuni interrogativi sulla sua misteriosa morte.

Dopo due opere ben poco ispirate e ancor meno necessarie quali Pigmeo e Senza Veli, con Dannazione Palahniuk torna a graffiare e a regalarci una visione caustica e altamente critica nei confronti dell’ipocrisia e della vacuità che permea l’upper class e il dorato mondo di Hollywood.

Seppure manchi l’originalità spiazzante che lo scrittore dell’Oregon ci ha regalato in passato, questo romanzo riesce a divertire il lettore e a spingerlo ipnoticamente pagina dopo pagina.

La descrizione degli sgradevoli ambienti infernali e della loro variegata popolazione è brillante e non mancano i momenti di estrema ironia.

Oltretutto gli intrecci ed i flashback relativi al passato di Madison sono intriganti e Palahniuk è molto abile nello svelare poco a poco la verità sulla morte della protagonista e sul ruolo che la ragazzina riveste all’inferno.

Non siamo di fronte ad un capolavoro e Chuck Palahniuk verrà ricordato per opere di maggior caratura, ma Dannazione rimane una discreta lettura di genere in grado di catturare l’attenzione senza mai annoiare.

Il mio consiglio, soprattutto se siete rimasti delusi dai suoi ultimi due libri, è quello di avvicinarvi a questa sua opera e dargli un’altra chance.

Annunci
Tags:

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: