Google sta cercando scrittori, creativi e comici per umanizzare il suo Assistant

Assistant di Google non sembra dare le risposte giuste, Google cerca scrittori e creativi

Forse non molti sanno che una delle top-feature su cui il colosso di Mountain View sta puntando tutto si chiama Assistant. Per ora è disponibile solo su l’App Allo ma i ragazzi arcobaleno l’hanno già piazzato come “tuttofare” nel nuovo smartphone top gamma Pixel. Gli Android-user usano già da tempo il suo analogo che prende il nome di Google Now, un simpatico bot che risponde e propone soluzioni basilari tramite swipe-card ma che a quanto empatia rimane a zero.

La concorrenza già corre veloce e se togliamo l’acerba Cortana di Microsoft il vero cavallo da tiro è di casa Apple, la mitologica Siri compagna di molti nerd sul pianeta terra. In effetti dopo la presentazione di Alexa, da parte di Amazon, Google si ritrova con un Q&A troppo semplice.

Allora, pare che in quel di Santa Clara abbiano deciso di strafare ed ecco che sono alla ricerca di scrittori, sceneggiatori, comici ed in genere creativi per far crescere la IA di Assistant. Il tutto sarebbe volto a fornire risposte più “naturali” alle richieste degli utenti.

Che dire, ad ora l’esperienza dell’assistente virtuale lascia molto a desiderare, sopratutto in mercati non di lingua anglofona, ed è un problema che affligge tutti indistintamente. La speranza è che i dollari di Google siano un’ulteriore svolta nel settore.

Allora tutti a mandare curricula a Google, sai mai!!!

Per chi conosce un po’ d’inglese lascio in calce il video presentazione di Assistant

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account