Highlander, Chad Stahelski dirigerà il reboot della saga

Highlander, Chad Stahelski dirigerà il reboot della saga

Highlander, Chad Stahelski dirigerà il reboot di una delle saghe più amate di sempre. C’è un intero universo narrativo da ricostruire.

Highlander, film del 1986 con Christopher Lambert e Sean Connery, è stato uno dei pochi film a creare un vero e proprio culto. E questo nonostante una serie di sequel a dir poco imbarazzanti che si sono susseguiti nel corso degli anni.

Dal 2008 si parla di rilanciare il franchise con un nuovo film, ma finora sembra uno dei tanti progetti hollywoodiani destinati a restare in sospeso. Ora pare proprio che il destino abbia preso un’altra piega con la notizia della firma della regia del nuovo Highlander, da parte di Chad Stahelski, regista dell’acclamato John Wick. Il film con Keanu Reeves Stahelski l’aveva girato insieme a David Leitch regista che dirigerà Deadpool 2. Che intrecci fra registi action!

Uno stuntman diventato regista

Stahelski, nato e cresciuto a Palmer (Massachusetts) si appassiona alle arti marziali fin da bambino, ottenendo cinture nere in varie discipline, come Jeet Kune Do e Kickboxing, e partecipando, come uno dei primi americani nel celebre concorso di arti marziali miste chiamato Shooto in Giappone. Assieme all’amico David Leitch inizia a lavorare nel mondo del cinema come stuntman. È stato la controfigura di Brandon Lee ne Il corvo – The Crow e successivamente viene scelto come controfigura di Keanu Reeves nella trilogia di Matrix.

Sempre assieme a David Leitchk che diverrà il suo socio, fonda la società 87Eleven, per la formazione e il coordinamento degli stuntman, contribuendo ad alcuni successi hollywoodiani, come Sherlock Holmes – Gioco di ombre, Hunger Games, I mercenari 2, Man of Tai Chi, Wolverine – L’immortale.

Sulla firma per Highlander Stahelski ha commentato così: “Sono un grande fan del film originale, che vidi al liceo. Adoro i suoi grandi temi, l’immortalità, l’amore e l’identità, tutti avvolti in un’affascinante mitologia. Non riesco a pensare a un’opera che dia maggiore possibilità di creare personaggi interessanti, temi mitici e scene d’azione.” Vedremo che succederà in tempi in cui i piani di rifondazione del franchise si sono concretizzati e si torna a puntare sugli uomini immortali.

Un universo narrativo da rifondare

Neal H. Moritz e Peter Davis sembrerebbero ancora a bordo come produttori, mentre non ci sono più Melissa Rosenberg, showrunner di Jessica Jones, che si sarebbe dovuta occupare della sceneggiatura, e anche il team creativo, che a un certo punto aveva coinvolto nomi come quelli di Ryan Reynolds e Tom Cruise, sta intraprendendo nuove vie.

Nel film originale, Christopher Lambert, lo spadaccino immortale Connor McLeod, ovvero l’Highlander, addestrato da Juan Sanchez Villa-Lobos Ramirez (Sean Connery), doveva affrontare, un altro guerriero immortale, Victor Kruger (Clancy Brown), il Kurgan, nella moderna New York.

Chissà chi sarà chiamato ad interpretare i tre iconici personaggi, e chi curerà la colonna sonora, che nel 1986 ci regalò la voce indimenticabile di Freddy Mercury in Who wants to live forever? Il film ispirò quattro sequel, due serie televisive live action, e due serie animate, dieci romanzi originali e una varietà di fumetti, un universo narrativo da rifondare da parte di Lionsgate.

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account