Annunci

Hot Sex Play, un libro gioco da provare

Hot Sex Play – Giochi erotici per la coppia! di Emily Dubberley è un libro gioco che parte da un’idea divertente e originale che però non convince.

Hot Sex Play, la recensione di Giulia Mastrantoni featTitolo: Hot Sex Play – Giochi erotici per la coppia!
Autore: Emily Dubberley
Editore: De Vecchi
Pagine: 336 pg
Prezzo: 12,75 euro

Se fossi un libro, vorrei essere divertente, originale e piena di sorprese. Vorrei ispirare le persone ad osare e a non mollare. Vorrei essere sopra le righe. È buffo come oggi ci siano così tanti libri sul porno, o addirittura libri-gioco a sfondo estremamente sessuale. The top of “sopra le righe”, se vogliamo.

In linea teorica, l’idea è bella: il sesso è stato troppo tabù per troppo tempo ed è ora di cambiare le cose ma, forse, we’re not doing it right.

Parlare di sesso è utile, è costruttivo, e in molti casi è socialmente intelligente. Probabilmente, se tutti parlassimo un po’ più apertamente di problematiche sessuali e di quale è un sano rapporto con il sesso, non ci sarebbero più così tante persone represse; magari sarebbe addirittura possibile prevenire la violenza sessuale, individuare ed aiutare le persone che hanno un rapporto problematico con il sesso o che si sentono incapaci di avere una relazione fisica sana con un’altra persona e che, è per questo, si sentono spinte e quasi “obbligate” a violentare sessualmente qualcuno capitato nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Si potrebbero affrontare insieme le problematiche psicologiche che nascono così spesso in così tante persone; ci sarebbero infinite strade che si potrebbero percorrere. Sarebbe una mossa intelligente sensibilizzare al sesso e alla fisicità, e probabilmente vivremmo tutti meglio.

Purtroppo un cospicuo numero di libri di… vogliamo chiamarlo auto aiuto? vogliamo definirlo gioco? Insomma, un numero considerevole di libri sul sesso è un po’ a metà tra il banale e il deludente.

Oggi è la giornata no di Hot Sex Play – Giochi erotici per la coppia!, di Emily Dubberley.
Il problema più grande? Non si capisce come si gioca. Ci sono tre dadi, tanti numeretti scritti… e la confusione.

“Ovviamente” le istruzioni sono ridotte al minimo e non si capisce quali numeri sommare a cosa per capire cosa fare. Saltiamo tutti le istruzioni quando apriamo un nuovo gioco, ma, ammettiamolo, corriamo tutti a vedere quanti punti bonus abbiamo a Scarabeo quando facciamo una parola di sette lettere o a cercare qualche cavillo per far fare bancarotta all’avversario a Monopoli. Qui le istruzioni sono quasi zero.

I giochi proposti: non pessimi e non troppo strani, il che è molto positivo. Nel complesso, non sono nulla al di fuori della portata di una mente mediamente creativa.

Punti a favore? Una confezione davvero tanto carina e, per chi apprezza questo genere di cose, l’idea di star facendo un gioco erotico. Detto questo e non volendo influenzare il giudizio altrui, decidete voi se fare un tentativo o se optare per un libro diverso.

C’è anche una variante più “soft”, sempre della Dubberley e con la stessa adorabile confezione a cubo, ma nemmeno questa di cui abbiamo appena parlato è “hard”. Se fossi un libro, non credo che sarei Hot Sex Play…

 

Annunci
Tags:

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: