I 23 paesi più sicuri al mondo 2016, con sorpresa

Tra i paesi più sicuri al mondo 2016 figurano nomi noti, altri proprio non ci sono e tra gli esclusi…

Il Legatum Institute, un istituto di ricerca con sede a Londra ha pubblicato, questo giovedì, il suo 10° Global Prosperity Index, un sondaggio che classifica i paesi più prosperosi al mondo. Chiaramente il debito sovrano e pertanto individuale sono stati indicatori chiave per la misurazione, ma il Legatum Institute ha ricercato anche altri valori come sicurezza generale e protezione delle persone nello specifico. La ricerca ha esaminato i dati relativi a 149 paesi e ha prodotto una classifica completa, basata sulla sicurezza nazionale dei paesi elencati e la sicurezza personale delle persone che vi vivono.

Ed ora la lista  23 paesi più sicuri del pianeta con una piccola sorpresa, manca un paese… indovinate quale.

23.Slovacchia – Partiamo con la Slovacchia. Lo Stato dell’Europa centrale si trova nel ranking più elevato sia per standard in materia di sicurezza sia in tutti gli altri sotto-indici specifici, “stica” cominciamo a sfatare un po’ di leggende.

22.Canada – Il Canada è uno dei sei Stati non europei che entrano nella Top 23, anche se sceso di ben 13 posizioni dall’ultima classifica stilata nella quale era nono. Sarà per colpa di Trump? Non lo sappiamo ma stanno preparando la malta per il muro.

21.Polonia – Lo Stato dell’Europa orientale con il posizionamento più alto in materia di security, come per la Slovacchia anche qui tutti i sotto-indici sono al top. Non solo patate a buon mercato, pare.

20.Australia – Scende di ben 5 posizioni nella classifica sia per quanto riguarda la sicurezza nazionale sia per il sotto-indice sicurezza personale, comunque l’Australia rimane uno dei paesi più sicuri al mondo e sempre nei nostri sogni di fuga.

19.Nuova Zelanda – Come l’Australia, la Nuova Zelanda scende nel ranking anche se rimane sempre un paese incredibilmente sicuro e sempre al top, pare sia colpa di Sauron e di ‘sto cavolo di anello.

18.Finlandia – La Finlandia, ti pareva, è il il primo Stato nordico di questa lista dei 23 paesi più sicuri al mondo 2016. Per essere sicuri i finlandesi appaiono anche in lista Best-Governed della terra…

17.Malta – Piccola e persa nel Mediterraneo, Malta non viene mai raffigurata come uno dei luoghi più sicuri, ma evidentemente dopo l’assedio del 1565, così ben descritto dal mitologico Tim Willocks, rimane invincibile spiazzando molti concorrenti.

16.Irlanda – L’isola del nord ha perso ben 12 posizioni dall’altr’anno, ma complice il colore sempre verde e la pioggia rimane uno degli Stati più sicuri al mondo proprio per la sicurezza personale. Sarà la Guinness il vero trucco?

15.Spagna – Sale inesorabile da anni questa maledetta classifica e mi chiedo dove sbagliamo. Se vuoi un posto sicuro e latinamente compatibile scappa in Spagna.

14.Slovenia – Non solo la Slovenia è classificata prima nella Best Natural Environment list ma risulta anche uno dei luoghi più sicuri. Comunque a me da quando lì costa come in Italia mangiare pesce, mi sono antipatici.

13.Regno Unito – L’Inghilterra della May pare abbia fatto bene alla vecchia signora con un balzo di ben 10 posizioni in avanti rispetto all’analisi precedente del Legatum Institute. Mai dire Brexit!

12.Olanda – Le manca solo di entrare nei primi 10 posti dei paesi più sicuri al mondo e poi farebbe en plein. Ma veramente volete vivere sotto il livello del mare?

11.Hong Kong – Anche se le Nazioni Unite non lo riconoscono come uno Stato indipendente, Hong Kong  rimane ancora uno dei luoghi più sicuri al mondo. La Cina è vicina ma loro se ne fregano.

10.Svezia – Lo so tu già vedevi la Svezia prima e invece cala di 5 posizioni ma rimane uno delgi stati con l’indice di felicità personale più alto. Poi si suicidano ma va bene.

9.Austria – Dal 15° posto al 9° l’Austria crede nei muri, sopratuttto nei muli sparsi per le sue montagne. Matte risate e intanto ci fregano le aziende del nord-est.

8.Svizzera – Nessuno ruba in casa di ladri si diceva una vota, certo la Svizzera è stupenda e la gente accogliente, meravigliosa, solo che sono quantitativamente meno delle mucche e delle banche.

7.Germania – La Germania diventa uno dei luoghi più sicuri sulla terra, salendo di 15 posizioni rispetto indice dello scorso anno. Questo risultato lo ottiene nonostante la minaccia terroristica degli ultimi tempi. Di fatto la Germania vince su tutti e senza guerre questa volta. Ma le cose importanti da sapere sono altre, per esempio dove posso trovare una buona colazione bavarese?

6.Norvegia – La Norvegia vince tutto, presente nella top 10 di tutte le categorie possibili. Pare che prossimamente voglia conquistare la vicina regione lappone, con i soliti carriarmati del Risiko, annettendo pure la casa di Babbo Natale. Sono avidi questi vichinghi.

5.Danimarca – Migliora, costa sempre un botto.

4.Islanda – L’isola dei mari nordici, a nord di tutto, rimane sempre in classifica anche se perde due punti. Facile essere sicuri quando la densità della popolazione è pari a 3,09 ab./km² e il freddo polare congela le sinapsi del malvivente.

3.Giappone – Dal 22° posto al terzo, bam il Sol Levante ritorna alla grande dopo qualche anno di difficoltà e lo certifica il Legatum Institute di Londra mica Sugarpulp. In attesa di scolarette in minigonna e piloti di robot giganti mi sono sparato un Lucca Comincs &Games alla grande!

2.Lussemburgo – Di fatto il miglior posto dove vivere in Europa. Posizionato al secondo posto il Lussemburgo guarda al resto del continente con fare spocchioso a volte, pensate chi tiene i vertici della politica europea e fatevi due conti. A dire il vero pare che se li siano fatti in molti, sopratutto chi si occupa di finanza e tasse, uomo avvertito…

1.Singapore – La città-stato asiatica in cima a questa classifica 2016, ha risalito 12 punti rispetto allo scorso anno. Ma tutta questa sicurezza ha un prezzo, il posizionamento al 97° posto nel ranking mondiale nel sotto-indice libertà personali. Se ti piace il pugno di ferro Singapore fa per te, se non ti piace sei fottuto.

Ok, ma voi dove vorreste andare a vivere?

VIA

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account