Il Padrino di Mario Puzo, il mito tra libri e film

Il-Padrino-di-Mario-Puzo-il-mito-tra-libri-e-film-marlon-brando

Il Padrino di Mario Puzo, Danilo Villani ci presenta un classico intramontabile tra libri, cinema e immaginario popolare.

La cosa può apparire strana ma fino al 1957, anno dell’irruzione di Apalachin, lo statunitense medio non era a conoscenza dell’esistenza di associazioni particolari, una per ogni metropoli del paese, che si fregiavano del nome di “Cosa Nostra”.

E ancora fino al 1969, anno di pubblicazione dell’opera di Mario Puzo Il Padrino, Mr. Smith di Des Moines o Mr. Jones di Cedar Rapids erano completamente all’oscuro sulla conoscenza di queste congreghe che controllavano praticamente tutti i traffici illegali, e non solo, degli Stati Uniti.

Il libro, oltre a diventare un best seller globale, ebbe il potere di svegliare le coscienze e rendere noto a tutto il paese che esistevano questi gruppi capaci di gestire budgets da multinazionale e di conseguenza condizionare anche parti del potere politico e giudiziario.

Mario Puzo ebbe gioco facile nella stesura del libro: nato e cresciuto nella New York Hell’s Kitchen da genitori immigrati, fece tesoro dell’esperienza vissuta essendo stato a contatto con una certa realtà e avendo direttamente conosciuto determinati personaggi che sono stati da spunto per le caratterizzazioni dell’opera stessa.

Caratterizzazioni che ruotano attorno al protagonista, don Vito Corleone, appunto il Padrino.

Il-Padrino-di-Mario-Puzo-il-mito-tra-libri-e-film-robert-de-niro

Il romanzo

Di origini siciliane, arrivato “picciotto” negli Stati Uniti, dapprima garzone di bottega, poi autista di camion, vessato dai propri connazionali, decide di reagire e diventare “omo di rispetto” per costruire il proprio impero.

Il tutto in circa 60 anni di storia dove la “famiglia” cresce non solo in termini parentali ma anche con affiliazioni di “picciotti d’onore”.

Romanzo con struttura epica, racconta l’evoluzione del fenomeno mafioso negli Stati Uniti non disdegnando di attingere a fatti storici.

Il tutto sullo sfondo di New York città simbolo dell’immigrazione dall’Europa ma anche metropoli tentacolare tanto da essere governata da cinque “famiglie” con le quali il protagonista avrà il suo bel da fare.

Il-Padrino-di-Mario-Puzo-il-mito-tra-libri-e-film-la-famiglia

The Godfather, il film

Vista l’eco e visto il successo letterario, il cinema non poteva rimanere indifferente e, grazie a Francis Ford Coppola, il romanzo è stato trasposto sul grande schermo dapprima nel 1972 per poi proseguire con altre due produzioni rispettivamente nel 1974 e nel 1990, produzioni che hanno visto Mario Puzo collaborare in maniera attiva nel ruolo di sceneggiatore.

È curioso constatare che i riferimenti storici sono esplicitati al massimo in Parte II e Parte III con nomi e fatti reali. Questo per enfatizzare quanto la criminalità organizzata abbia potuto influire nelle istituzioni non solo del Bel Paese.

L’ispirazione letteraria

Tornando al libro, si dice che l’autore abbia preso l’ispirazione per la stesura da don Vito Genovese, boss dei boss intorno agli anni ’40, e mediatore con le forze armate statunitensi per lo sbarco in Sicilia del 1943, che al contrario del protagonista terminò i suoi giorni in un penitenziario federale grazie alle rivelazioni di Joe Valachi, primo “pentito” di mafia, che in Parte II viene caratterizzato da Frankie “5 Assi” Pentangeli.

Si potrebbe scrivere all’infinito su quanto dette opere hanno lasciato in eredità, hanno influenzato il mondo della letteratura, del cinema, delle arti.

Si consiglia, per chi non lo avesse mai fatto, la lettura del libro e la visione dei film unitamente ad altre opere utili per comparazione storico/letteraria.

Il-Padrino-di-Mario-Puzo-il-mito-tra-libri-e-film-al-pacino

Bibliografia minima

Filmografia essenziale

  • Il Padrino, di Francis Ford Coppola
  • Il Padrino Parte II, di Francis Ford Coppola
  • Il Padrino Parte III, di Francis Ford Coppola
  • Joe Valachi. I segreti di cosa nostra, di Terence Young
Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account