Indagine 40814 di Luca Valente

Indagine 40814 è un gran libro: se a scriverlo fosse stato un autore straniero la critica l’avrebbe celebrato.

Titolo: Indagine 40814
Autore: Luca Valente
Editore: Attilio Fraccaro Editore
Pagine: 436
Prezzo: 19,00 euro

Indagine 40814 di Luca ValenteQuando ho finalmente chiuso l’ultima pagina di questo meraviglioso romanzo mi sono incazzato di brutto perché Indagine 40814 di Luca Valente è la prova concreta del fallimento dell’industria editoriale italiana.

Un libro del genere lo doveva pubblicare un grande editore, doveva essere un libro su cui impostare un piano marketing da Serie A,  doveva venire tradotto e venduto a scatola chiusa in almeno 4-5 paesi (di sicuro Germania e poi a seguire Francia, Austria, Svizzera, Inghilterra e Olanda).

Insomma Indagine 40814 doveva e poteva essere un caso editoriale di proporzioni enormi, e invece è solo grazie al coraggio di un editore come Attilio Fraccaro Editore che Luca Valente è riuscito a portare in libreria il suo primo romanzo. E che romanzo ragazzi!

Il plot è studiato benissimo, i personaggi sono credibili e ben tratteggiati, c’è ritmo, azione, mistero; le ricostruzioni storiche sono perfette (per chi non lo sapesse Luca è uno storico e questo, pur essendo il suo primo romanzo, non è certo il suo primo libro) e gli equilibri perfettamente dosati.

Indagine 40814 parte dal X secolo e arriva fino all’estate dell’Italia campione del mondo sulla Francia, con un passaggio anche negli  ultimi durissimi anni della seconda guerra mondiale. Un filo rosso sangue che attraversa i secoli e dietro a cui si nasconde un mistero che soltanto Enea ed Elena, i due protagonisti di questa incredibile avventura, riusciranno a risolvere.

Davvero affascinante la costruzione di Valente, che mischia sapientemente verità e finzione, fatti storici e immaginari, violenza e amore, esoterismo e concretezza. Devo dire che è sempre difficilissimo scrivere una storia equilibrata quando si mette così tanta carne al fuoco (e per più di 400 pagine poi!), eppure Luca ci riesce alla perfezione regalandoci uno dei più bei romanzi che mi sia capitato di leggere negli ultimi anni.

Una lettura appassionante assolutamente consigliata a tutti e che, con il budget giusto, potrebbe trasformarsi in un film pazzesco.

Prima di chiudere riprendendo la polemica con il mondo editoriale italiano che si affanna alla ricerca di grandi bestseller stranieri quando ha in casa gioielli come questo e se li lascia scappare: svegliatevi!

Questi sono i libri da pubblicare e da spingere, questi sono i giovani autori che vi possono far guadagnare un bel po’ di euro. E il mio non è il solito attacco pretenzioso al mondo editoriale in nome della cultura o della letterarietà fini a se stesse, perché questo libro ha un potenziale commerciale enorme dato che è costruito su più livelli e quindi è perfettamente  accessibile a diverse fasce di pubblico.

Enea ed Elena infine sono una coppia perfetta per dar vita ad una vera e propria serie, sono due personaggi reali e credibili che possono conquistare il grande pubblico: e allora dacci dentro Luca, aspettiamo con ansia il tuo prossimo romanzo!

Guarda il booktrailer di Indagine 40814

Tags:
  • Luca Valente

    Caro Giacomo, grazie innanzitutto per il tuo convinto apprezzamento: mi conforta che qualcuno che ne sa abbia capito che tipo di lavoro ho fatto e le potenzialità (anche per il mercato estero e cinematografiche, i lettori continuano a sottolinearlo).
    Quanto alla polemica, che altro dire? Tra il 2009 e il 2011 ho mandato il manoscritto a decine di editori, dal più importante in Italia in giù. Silenzio assoluto.
    Ho provato con una nota (e costosa) agenzia letteraria: bello, bravo, ma te lo rifiutiamo perchè devi cambiare questo e quest’altro (osservazioni pretestuose).
    Alla fine ho trovato un piccolo “grande” editore, Attilio Fraccaro, e sono uscito con lui. Ma va bene così, le montagne si scalano partendo dal basso. Ciao!

    P.S. Qualche mese fa mi ha contattato un importante editore, che si è accorto del successo del romanzo (uno di quelli cui avevo mandato il manoscritto, a suo tempo), con una proposta di riedizione (avrei dovuto però ridurlo di un terzo). Ma poi è sparito…

    • Giacomo Brunoro

      Cosa vuoi che ti dica Luca, il mercato editoriale è così. Secondo me con qualche piccolo accorgimento (titolo più paraculo, copertina aggressiva e un po’ di editing su alcuni passaggi) ne verrebbe fuori un potenziale bestseller. Non credo che accorciarlo potrebbe servire, non è la lunghezza il problema anzi, il ritmo c’è. E comunque le potenzialità per una “serie” di Enea & Elena ci sono tutte!

  • Pingback: "Indagine 40814 di Luca Valente" letto da Giacomo Brunoro | Sugarpulp | Scoop.it()

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account