Annunci

Io ti proteggerò

Io ti proteggerò è il romanzo d’esordio di Greg Rucka, grande sceneggiatore di fumetti. Leggetelo, non ve ne pentirete

Io ti proteggerò

Titolo: Io ti proteggerò
Autore: Greg Rucka (trad. M. Schiavone e P. Eusebio)
PP: 384
Editore: BD Edizioni
Prezzo: euro 17,50

Nel 1973 il caso Rae contro Wade preso in esame dalla Corte Suprema degli Stati Uniti d’America concede ad una donna non sposata del Texas, Jane Roe, la libertà di abortire e di difendere il proprio diritto alla privacy.

Si tratta del primo precedente giudiziario o leading case che determina la legalizzazione dell’aborto negli Stati Uniti d’America e porta alla successiva adozione di una serie di leggi federali sul tema.

Tuttavia, nello stesso anno e poi nel 1977, gli emendamenti Church e Hype recano in dote una serie di ulteriori profili relativi alla disciplina normativa. Il primo consente a ospedali e medici finanziati dallo Stato Federale di non praticare l’aborto per motivi morali e religiosi, il secondo vieta la concessione di fondi federali per pratiche abortive con le eccezioni dello stupro, dell’incesto o dell’ipotesi che la madre sia in fin di vita.

È dunque questo il quadro storico legislativo che vede formarsi progressivamente una lobby antiaborista che partorisce il gruppo di fondamentalisti cristiani dell’Operation Rescue di Randall Terry e l’opposta fazione, per buona parte costituita da donne femministe democratiche, che tutela il diritto di scelta: l’organizzazione NARAL Pro-choice America, che fa sistema con la Planned Parenthood Federation of America di Jane Johnson.

Negli anni Novanta però la lotta fra le opposte lobby si fa sempre più aggressiva e sanguinaria specie da parte degli antiaboristi, al punto che questi ultimi nel 1993 arrivano ad assassinare sette medici, cui vanno ad aggiungersi diciassette tentati omicidi.

Ed è in questo clima di odio e radicalismo che Greg Rucka decide di ambientare il suo esordio letterario, pubblicato in America con il titolo di “Keeper” nel 1996 e uscito come “Io ti proteggerò” alla fine dell’anno scorso per i ragazzi di BD anche in Italia.

Un romanzo affascinante che segna, fra l’altro, anche la nascita di Atticus Kodiak – poi protagonista di molti altri romanzi di Greg Rucka – giovane guardia del corpo professionista che in “Io ti proteggerò” viene assunto dalla dottoressa Felice Romero, minacciata di morte dai fondamentalisti anti-abortisti, e che deve fare i conti con una clinica messa letteralmente sotto assedio.

Inutile dire che con il procedere degli eventi la situazione precipita al punto che per Kodiak l’incarico va ben al di là del lavoro, trasformandosi in una vera e propria battaglia personale che lo segna profondamente nel corpo e nell’animo.
Greg Rucka tiene il ritmo altissimo, sfodera una scrittura scintillante e uno stile nitido e fresco, caratterizza i protagonisti con efficace complessità e intreccia un plot al cardiopalma.

In una New York CIty trasfigurata, riesce a rendere in modo superbo gli scontri e le scene di massa, e tiene il lettore in spasmodica attesa mano a mano che le pagine girano veloci una dopo l’altra.

Piacciono in particolare la carica umana di Kodiak, la dolce e innocente Katie – figlia sedicenne della dottoressa Romero colpita dalla sindrome di down – e il personaggio femminile di Bridgett Logan, investigatrice privata dura fino alla fine ma con un particolare e spiccato senso dell’umorismo. Ed è forse grazie anche a queste, come a molte altre invenzioni davvero originali a partire dall’ambientazione, che Rucka confeziona qualcosa di completamentre diverso dal solito action thriller di qualità.

Un autore, Rucka, che dimostra una volta ancora la propria versatilità, e che con “Io ti proteggerò” inaugura una delle più avvincenti serie del nuovo romanzo americano d’azione, non a caso il finale rimane aperto e i personaggi si conquistano nei confronti di chi legge vero affetto e, perché no, la voglia di essere reincontrati nei successivi capitoli.

La speranza, a queste punto è che BD sia intenzionata a voler proporre anche i prossimi romanzi della serie di Aticus Kodiak, certo molto dipenderà dai risultati di vendita, lo sappiamo, perché una casa editrice non è un’opera di beneficenza. Per questo motivo mi sbilancio e vi invito a fare di Io ti proteggerò il vostro libro dell’estate.

Perché credo che Sugarpulp debba anche pensare di supportare con il prorio lavoro di critica anche quelle case editrici indipendenti che tentano di proporre nuovi talentuosi autori sul mercato italiano, troppo facile leggere sempre Lansdale o McCarthy o Leonard. Anche se li amiamo. E poi consiglio questo libro perché sono convinto che non ve ne pentirete.

Annunci
Tags:

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: