Annunci

La gente non esiste, la recensione

La gente non esiste, di Paolo Zardi

La Gente non esiste, la recensione di Corrado Ravaioli per Sugarpulp MAGAZINE della raccolta di racconti di Paolo Zardi pubblicata da NEO Edizioni.

La Gente non esiste, la recensione di Corrado Ravaioli per Sugarpulp MAGAZINE della raccolta di racconti di Paolo Zardi pubblicata da NEO Edizioni.
  • Titolo: La gente non esiste
  • Autore: Paolo Zardi
  • Editore: NEO Edizioni
  • PP: 216

“La gente”. Espressione abusata in questi anni intossicati dal populismo. Ma dov’è questa gente? Chi fa parte di questo gruppo non ben definito? Paolo Zardi sembra avere una risposta precisa che è una sorta di manifesto della sua poetica.

La gente non esiste, recita il titolo dell’ultima raccolta di racconti pubblicata da Neo. Esistono le persone, che lo scrittore padovano continua a raccontare con precisione chirurgica, mettendone in luce vizi (molti) e virtù (a volte). E quelle persone, nel bene e nel male, siamo anche noi. 

La lente di Zardi solleva il tappeto sotto il quale tendiamo a nascondere frustrazioni, debolezze, ansie e rimpianti. Tra racconto del quotidiano e qualche incursione nel distopico, l’autore cattura istanti di vita apparentemente secondari e li trasforma in momenti straordinari.

Che si tratti del primo amore, di una crisi coniugale, del rapporto con la malattia e la morte. Ma lo stesso succede quando si inoltra ai confini della realtà, immaginando individui senza particolari attitudini alle prese con situazioni apocalittiche. 

Con la sua prosa essenziale, che raramente si concede orpelli, Zardi si interroga sui comportamenti umani e i sentimenti che li muovono, mantenendo sempre una certa leggerezza di fondo.

Anche quando i temi si fanno più dolorosi e cupi, lo sguardo indulgente e ironico dell’autore, porta il lettore a riflettere sul mondo in cui viviamo. O quello che ci aspetta in un futuro non troppo lontano. 

Quello del racconto è uno strumento narrativo che l’autore padroneggia e questo libro, per chi si avvicinasse per la prima volta alla produzione dell’autore, ne è un esempio lampante.

La gente non esiste si compone di ventisette racconti usciti negli anni su riviste e antologie, raccolti per la prima volta in un libro.

Se in Italia, e lo dicono le statistiche, c’è una reticenza nei confronti delle short stories, che riguarda scrittori, editori e lettori, questa raccolta dimostra che una via italiana ai racconti esiste e si potrebbe investire maggiormente su questa forma narrativa.

“È così terrificante essere la figlia di un editore?” chiede un padre alla figlia nel racconto Le cyclette non vanno da nessuna parte. “Sono convinto – aggiunge – che non si debba pensare a quello che vuole la gente, ma a quello che si può fare alla gente” anche se la sua convinzione non è più così ferma come un tempo. 

Forse, aggiungiamo noi, perché la gente non esiste. 

Annunci
Tags:

Visual, theme customization and a lot of love for this website are by Andrea Andreetta

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: