La ragazza di pietra

La ragazza di pietra è un vero thriller di Freeman: un cocktail di violenza e sesso conditi da delicate carezze e lacrime.

la ragazza di pietraTitolo: La ragazza di pietra
Autore: Brian Freeman
Editore: Piemme
PP: 420
Prezzo: euro 12.00 cartaceo, euro 7.99 ebook

Bentornato Jonathan Stride! Il grande protagonista dei migliori romanzi dell’altrettanto grande Brian Freeman non delude mai.

Tornano Duluth, il lago Superior, Maggie e Guppo. Tutti i personaggi che hanno portato i thriller di Freeman a conquistare il cuore dei lettori.

Ritorno, appunto. Perchè di passato si tratta. Un delitto di una decina d’anni prima bussa prepotentemente alla porta del cottage sul lago del poliziotto Stride.

Non è la classica storia stereotipata del giallo irrisolto. È il male che ritorna, il dolore mai sepolto, il sangue che scorre sulle pareti imbiancate alle spalle di una ventiseienne ammazzata a coltellate.

È un vero thriller di Freeman: un cocktail di violenza e sesso conditi da delicate carezze e lacrime. Non manca nulla.
Jonathan Stride non è un uomo perfetto: ha perso la moglie per una grave malattia, e ha perso Serena, la sua fidanzata e collega, perchè si è chiuso in sé stesso (e si è anche fatto la sua migliore amica… va beh, dettagli…).

È un poliziotto stile noir, con i suoi punti deboli perfettamente dichiarati ed evidenti. I toni del romanzo seguono lui: quasi dimessi. E poi tutto esplode in una botta di adrenalina a cui fatichi a stare dietro.

Freeman è ancora una volta grandioso. Si tuffa nel mondo della prostituzione minorile, delle violenze, della malvagità. Racconta storie di denaro e corruzioni, coltellate e insabbiamenti, pugni e spari. Fa partire fili che sembrano andare per conto proprio.

Ma alla fine te li ritrovi lì. E, porco boia, quando il libro è finito… non è ancora finito! Un susseguirsi di colpi di scena fino all’ultima riga dell’ultima pagina.

Ok, non saremo ai livelli immensi de La danza delle falene che, prima o poi racconterò. Magari non è spigoloso e tagliente come Immoral. Ma nella sua imperfezione è un romanzo imperdibile.

Avete presente Dream on degli Aerosmith? Ecco, è la canzone perfetta per descrivere questo grande thriller. In che senso? Beh… ascoltatela e leggetelo!

VOTO: 4 Barbabietole su 5

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account