La Spada del Destino, la recensione

sapkowski_la_spada_del_destino_featjured

Ne La Spada del Destino di Andrzej Sapkowski lo strigo Geralt di Rivia dovrà vedersela con il suo destino.

sapkowski_la_spada_del_destino_copertina-sugarpulpTitolo: La Spada del Destino
Autore: Andrzej Sapkowski
Editore: Editrice Nord
Pagine: 438
Prezzo: 18 euro

La Spada del Destino è il secondo volume di Andrzej Sapkowski pubblicato in Italia sempre per la lungimirante Nord, la casa editrice che detiene i diritti di tutta la saga su carta dedicata al cacciatore di mostri per eccellenza, lo strigo Geralt di Rivia, nata dalla penna dello scrittore polacco.

La Nord sta portando avanti un ottimo lavoro di recupero cronologico di questa saga dark fantasy già dal 2010, sull’onda della vendutissima trilogia di videogames di ruolo della serie The Witcher (pubblicati dalla software house polacca CD Projekt RED), ambientati e basati proprio sul truculento, crudele, simil-medievale mondo inventato da Sapkowski.

È una raccolta di sei racconti lunghi che nella linea temporale narrativa si colloca posteriormente a Il Guardiano degli Innocenti (2010), ma in Polonia ebbe destino diverso e fu la prima a essere pubblicata.

Ecco che la mossa editoriale della Nord risulta vincente, in quanto segue la giusta cronologia, e per l’appassionato della continuity e della coerenza narrativa questo è fondamentale.

Come consuetudine della narrativa di Sapkowski, ognuno dei sei racconti lascia qualcosa su cui riflettere al lettore, una morale di fondo talvolta anche molto toccante.

Come ad esempio Un Piccolo Sacrificio, dove l’amore, il vero amore anche tra specie diverse, in questo caso tra un crudele principe umano e una sirena, vale il prezzo di un piccolo sacrificio ma che invece sarà grande, grandissimo.

L’animo di Geralt di Rivia è sempre in conflitto tra le regole della gilda degli strighi e la sua personale morale, la quale a volte gli impone di non uccidere il mostro che sta affrontando o di intervenire in caso di una palese ingiustizia.

Consapevole che il suo amore per la maga Yennefer lo porterà al disastro, la insegue in lungo e in largo per Temeria per tentare di riappacificarsi con lei e forse vivere una vita insieme.

Ma come si può evincere nel racconto I Limiti del Possibile, loro sono due personaggi estremi e troppo diversi nel loro essere simili. Sia Geralt che Yennefer son o sterili e neanche la magia di un drago potrà curarli.

In questa raccolta si incontra per la prima volta Ciri, personaggio che segnerà a fuoco tutta la vita di Geralt in quanto diventerà la pupilla che seguirà gli insegnamenti della gilda a Kaer Morhen, e sarà il suo più grande fallimento personale (tra le protagoniste anche del videogame The Witcher 3: Wild Hunt).

Ciri incarna la figlia che Geralt non potrà mai avere e per questa ragione gli sta molto a cuore. Siamo testimoni del loro incontro nel racconto che dà il titolo all’antologia, in cui la bambina sarà sottoposta a un rituale magico da parte della Regina delle Driadi ma rimarrà alla fine con Geralt per poi separarsene di nuovo; e in Qualcosa di Più, nel quale Geralt affronta dei pericolosi mostri per salvare un mercante e rimane gravemente ferito.

Il mercante lo porterà con sé fin dove possa essere curato al meglio, tragitto durante il quale alcune visioni daranno a Geralt alcune importanti indicazioni su Yennefer, e alla fine dlo strigo ritroverà Ciri proprio a cas
a del mercante, evento che sottolinea il fatto per cui la Spada del Destino ha sempre due lame che tornano su se stesse.

Sapkowski in questa raccolta diventa ancora più profondo, se mai fosse possibile, e la maturità di un personaggio come Geralt è evidente, sfaccettata e tridimensionale come un prisma.

La saga dello strigo adesso è pronta per lasciare la dimensione del racconto e tuffarsi in un vero e proprio romanzo, assurgendo a pilastro del dark fantasy europeo,

 

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account