L’Associazione Jeos inaugura la nuova sede GRIM, Graffiti Italian Museum

L’Associazione Jeos inaugura la nuova sede GRIM, Graffiti Italian Museum, sabato 25 Maggio 2013 alle 18.00 a Villa Tomé Guelfi, Via Malcanton 1, Trebaseleghe (PD)

L'Associazione Jeos inaugura la nuova sede GRIM, Graffiti Italian MuseumL’Associazione Jeos da due anni promuove la creatività urbana nelle forme del Writing e della Street Art,  con l’obiettivo particolare  di studiare in maniera approfondita l’arte di strada in tutte le sue sfaccettature, rendendo visibili le sue connotazioni storiche e critiche, storicizzando il fenomeno in Italia e, nello specifico, nella città di Padova, dove l’associazione è nata. Fin dai sui esordi l’Associazione Jeos ha collaborato attivamente con istituzioni ed enti universitari, realtà comunali, critici e curatori d’arte contemporanea, con mostre come Vita-Mine e Fuoriluogo Exhibition in spazi dedicati, che avessero la capacità di non snaturare l’essenza vitale del Writing, una disciplina che nasce e si mantiene viva attraverso la sua relazione con la strada. In particolare esiste una cooperazione con i writers del territorio, con le crew più note come gli EAD e anche con i giovani writers, promuovendo e finanziando la loro creatività in diverse forme. Con l’inaugurazione della sede del GRIM, Graffiti Italian Museum, si vuole avviare una fase di maturazione del progetto, andando ad operare in un luogo ben preciso, che divenga una fucina culturale per il Writing e una project room dove poter realizzare ricerca, mostre, convegni e scambi culturali. Si apre così al pubblico Villa Tomé Guelfi, villa veneta settecentesca, a Trebaseleghe, dando vita ad un connubio proficuo tra la storicità dell’edificio e l’arte contemporanea. I due piani della villa ospiteranno delle mostre temporanee (al primo piano) e un’esposizione permanente (al secondo) momentaneamente ancora in progress. L’obiettivo è quello di presentare la storicità del fenomeno a livello locale, aprendo alla possibilità di creare delle residenze d’artista di artisti italiani ed internazionali. E’ già previsto un calendario fitto di mostre personali di alcuni writers padovani, noti a livello internazionale come: Axe, Dask, Yama, Made e Zagor. Il giorno dell’inaugurazione viene, invece, dedicata una personale a Giacomo Ceccagno, esclusivamente visibile per il solo weekend di apertura. La personale dal titolo CULTURAL LANDSCAPES / Visioni Urbane, realizzata in collaborazione con la curatrice Giada Pellicari, vuole rendere tangibile la ricerca sullo spazio della città e sulla dualità della pratica dell’autore come writer e come artista in studio, focalizzandosi sul dialogo esistente con i paesaggi urbani ritratti nelle sue opere pittoriche, scultoree e fotografiche. Vengono esposti per l’occasione alcuni lavori inediti e il suo blackbook, raccolta di schizzi, foto e documenti, che rispecchiano il connubio dell’esperienza dell’artista e si pongono come testimonianza della realtà padovana inerente alle discipline del Writing e della Street Art. Nelle mostre precedenti a lui dedicategli ci si è spesso indirizzati a uno dei due aspetti, privilegiando la ricerca in studio e la tecnica originale da lui adottata, nata dalla realizzazione di “bassorilievi postdinamici”, mentre questa volta si vuole rendere evidente come in realtà tutti i lavori realizzati in studio parlassero proprio del paesaggio urbano dove l’artista si muoveva ogni giorno come writer. 

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account