Annunci

Les racines du temps (Le radici del tempo)

Les racines du temps di Annie Degroote è un romanzo che parte bene ma poi si perde senza riuscire a trovare un’identità ben definita

Les racines du temp (Le radici del tempo)Titolo: Les racines du temps (Le radici del tempo)
Autrice: Annie Degroote
Editore: LGF
PP: 412
Prezzo: euro 19.00 cartaceo, euro 7.15 ebook

Voleva essere un romanzo storico, ma non ce la fa proprio. Voleva essere thrilling, ma fallisce miseramente. Potrebbe essere per bambini, ma neanche: ci sono parti chiaramente non adatte. Quindi, in conclusione, non è nulla.

L’inizio è incredibilmente accattivante, ma si smonta tutto dopo le prime cento pagine o giù di lì: ripete mille volte le stesse cose, la psicologia dei personaggi è mal costruita, tante frasi sono ridondanti, i dialoghi ambientati ai giorni nostri sono veramente inverosimili e il finale non vale lo sforzo di aver letto 412 pagine della solita solfa.

Renaude è una bella biondina di 25 anni del XIV secolo che viene violentata da un gruppo di “signori” (le virgolette sono quantomeno d’obbligo: potendo, ne metterei almeno altre cinque o sei… no comment!) prima del suo matrimonio.

Resta incinta, il futuro marito lo scopre e si rifiuta di sposarla. Viene cacciata dalla città, perde il suo lavoro, è vista come un’impura e, quando nasce la sua povera bambina, Insbette, è costretta a darla in semi-adozione a una famiglia.

Inutile dirlo, questa bimba non ha molta fortuna: è chiamata da tutti bastarda, vene isolata, maltrattata. Scappa e, per una catena di fortunati aiuti che riceve, finisce al castello di Yolanda di Cassel, che ne fa la sua dama di compagnia. Le disavventure di Insbette, però, ben lungi dall’essere giunte al termine, sono solo messe in stand by.


Pur nutrendo un amore infinito per la letteratura francese, non si può non riconoscere i molteplici limiti di questo romanzo, a partire dagli atti gratuiti di fiabesca bontà, fino allo stile. Poteva essere scritto meglio e con la metà delle pagine.

Una nota a favore: viva Renaude che fa un bel discorso contro il mondo che funziona male!

Annunci
Tags:

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: