L’inverno di Frankie Machine

L’avevo sottocchio da tempo, sottolio da tempo, per preservarne la sua trama così ricca e interessante, per preservarne quel suo fascino che si intravedeva già in copertina.

L’Inverno di Frankie Machine è un’opera pura, vera, nuda e cruda. Una storia di Mafia, quella vera e non romanzata, un paradosso dato che si parla di un romanzo.

Con una narrazione fluida l’autore non appesantisce mai il testo, riuscendo a narrare la storia con secchi colpi di penna che lasciano il segno nella mente del lettore.

Segni e segno che Don Wislow appartiene alla scuola Lansdale, un narratore di razza che si limita a raccontare senza entrare nei meriti e nei demeriti dei personaggi, riesce con imparzialità a gestire una miriade di mafiosi e sagome da romanzo dando ad ognuno un’identità, una forma e un carattere unico.

Frank Machianno (il protagonista) sembra affetto dalla sindrome di Chuck Norris, una leggenda, un uomo difficile da stendere, appunto soprannominato The Machine dal mondo della Mafia. Dapprima dà spettacolo nelle vesti di venditore di esche poi, ricordando il passato, rivela il suo lato oscuro.

Così l’eroe “croce e delizia” generato dalla mente di Wislow si ritrova ad affrontare un passato profondo ed oscuro, un passato da cui pensava di esserne uscito e che, nel momento migliore, sembra essere tornato per presentare il conto finale.

Un libro avvincente che tiene il lettore sospeso per aria, attaccato ad un filo di lana, molto realistico e al qual tempo cinematografico (non è un caso infatti che mister Robert De Niro abbia acquistato i diritti per interpretare un film nei panni di Frankie).

Un personaggio affascinante, adorabile e maledetto, che rappresenta il prototipo di uomo che vorremmo essere, il prototipo di uomo che ogni donna (nome anche della compagna di Frankie) vorrebbe avere al suo fianco.

Non uno stinco di santo, non una costola di maiale. The Machine è un osso duro che incanta.

Accattataville!


 

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2017 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account