Annunci

Il male non dimentica, la recensione di Fulvio Luna Romero

Il male non dimentica è il capitolo conclusivo della trilogia dell’ispettore Balistreri. Roberto Costantini firma un romanzo straordinario, un vero capolavoro.

il male non dimentica la recensioneTitolo: Il male non dimentica
Autore: Roberto Costantini
Editore: Marsilio
PP: 525
Prezzo: cartaceo 19.00 euro, ebook 11.99 euro

I padri hanno il dovere di occuparsi dei figli e il diritto di sbagliare.
I figli hanno il diritto di difendersi e il dovere di capirli prima o poi.

E tre! Dopo Tu sei il male e Alle radici del male si chiude la trilogia di Mike Balistreri ad opera di Roberto Costantini. E lo fa nello stesso modo in cui si era aperta: straordinariamente!

Non si parla di un noir, o di un thriller, o di un romanzo criminale o politico. Si parla di tutto insieme. Un cocktail di un’eleganza incredibile, di un impatto micidiale, impermeabile alla noia.

L’impostazione è tremendamente coinvolgente: si salta di continuo dalla Libia del 1969 all’Italia del 2011. Da Mike a Michele, dal ragazzo ribelle al dirigente della Squadra Omicidi. Che pare essere bravissimo a risolvere i misteri, tranne uno: sua madre, Italia, è morta per caso? Si è tolta la vita? O è stata uccisa in quell’agosto del 1969? E se è andata così, chi l’ha uccisa? E perché?

Impossibile, a mio parere, iniziare a leggere Costantini da questo romanzo. Bisogna partire dall’inizio, da Tu sei il male e seguire la corrente. Una corrente a tratti placida che accompagna nella storia, a tratti irruenta che rischia di sbattere sulle rocce lo sfortunato navigante.

C’è di tutto: la storia recente, la politica, gli intrecci con la criminalità organizzata. Ma c’è anche un continuo ritornare all’amore e al dolore che viaggiano abbracciati. Fino alla più profonde scoperte. Terribili, alle volte. Dolcissime altre.

Inutile raccontare la trama: il libro consta in 525 pagine, la sinossi ne potrebbe risparmiare al massimo una decina, tanto è denso e concentrato. E, soprattutto, per chi non avesse letto i due precedenti, sarebbe una vera e propria spoilerata!

È un libro di altissimo livello, che richiede una lettura attenta, e che non risparmia emozioni e botte di adrenalina.
Soprattutto è una fotografia del “fu” usata per raccontarci l”è”.

I colpi di scena arrivano fino alla fine, fino all’ultima pagina. Il male non dimentica, è vero. E chi ha sbagliato cade, indistintamente, rispondendo di ciò che ha fatto. Anche a quarant’anni di distanza. Ma, soprattutto c’è una cosa che colpisce: Italia, la madre di Mike, legge continuamente Al di là del bene e del male di Friedrich Nietzsche. Ecco, questa è una storia che va davvero al di là del bene e del male. In un luogo e in un tempo in cui i valori sono superiori a tutto. Soprattutto a chi passa tra le pagine e se ne va.

Un romanzo assolutamente imperdibile! Grande Costantini!

 

PS

Ringrazio Fabio Chiesa per avermi concesso l’onore di recensire questo libro, dato che il primo Costantini è toccato a lui e il secondo a me. Grazie, Fabio! Adesso posso dire ai miei amici di liberarti.

5 barbabietole su 5

Fulvio Luna Romero, nato a Treviso nel 1977, città in cui è toranto a vivere dopo alcuni anni trascorsi tra Bologna e Trieste. Ci ha provato con gli studi, ci ha provato con la musica, ci ha provato con lo sport… da qualche anno ci prova anche con la scrittura. Nel tempo libero, tra la banca e la famiglia, ha pubblicato i suoi romanzi, in stretto stile noir, ambientati a nord est.
La serie Carlo Caccia, con l’omonimo investigatore privato: Carlo Caccia, La parte fredda dell’inferno, Il rumore discreto della nebbia, 5- non uccidere, La sesta corda.
La neonata serie Alex Romanelli, con protagonista un violento criminale: Sarò l’ultimo a morire.
Ha pubblicato anche un romanzo on-line dal titolo ‘La ragazza immobile’.
Chitarra o tastiera, penna o computer, scarpe da corsa o Moto Guzzi, l’importante è tenere alto il ritmo narrativo del noir di provincia, del thriller a km zero.

Fulvio Luna Romero was born in Treviso in 1977. After having lived in Bologna and Trieste for some years, he now resides in the city of his birth. He tried to study, he tried to play some music, he tried some sports… now, he’s also trying to write. In the spare time left by his job in a bank and his family, he has published some strictly noir novels set in North-Eastern Italy: the series featuring Carlo Caccia, a private eye: “Carlo Caccia”; “La parte fredda dell’inferno”; “Il rumore discreto della nebbia”; “5- non uccidere”; “La sesta corda”. He recently published the first novel in a new series, featuring Alex Romanelli, a violent criminal: “Sarò l’ultimo a morire”. He also released an on-line novel: “La ragazza immobile”. Guitar or keyboards, pen or PC, running shoes or motorbike (Guzzi): what’s important is to keep up the pace in his “zero-miles” thrillers.

Annunci
Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: