Annunci

Murubutu. RAPconti illustrati, la recensione

Murubutu. Rapconti illustrati, la recensione

Murubutu. RAPconti illustrati, la recensione di Giacomo Brunoro del fumetto di Ernesto Anderle pubblicato da Beccogiallo Editore.

Murubutu. RAPconti illustrati è un fumetto di canzoni disegnate. In cabina di regia troviamo il rapper Murubutu ed Ernesto Anderle.

Il punto di partenza sono le canzoni di Murubutu che Anderle porta sulla pagina con uno stile multiforme e poetico. La tensione e il ritmo dello storytelling sono tutti per le parole, che scorrono fluide sulle pagine e si alternano, si incrociano e si fondono con le immagini.

In questo bel volume pubblicato da BeccoGiallo il lavoro di Anderle è più vicino all’illustrazione che al fumetto vero e proprio, e devo dire che il risultato è davvero sorprendente.

Uno stile pittorico che si fonde alla perfezione con le storie intime e personali raccontate da Murubutu, storie che affrontano molto lontane dall’immaginario classico del rap.

Tra emozioni e colori

Le pagine sono piene di colori e di emozioni e riescono a dare vita ad uno scorrere di pensieri e suggestioni a dir poco affascinanti.

In tutto sono 16 le canzoni illustrate da Anderle (menzione speciale per I marinai tornano tardi e per La notte di San Lorenzo) per un totale di 150 pagine.

Pagine che possono essere lette e rilette, ma anche semplicemente guardate e sfogliate, perché sono tanti i piani narrativi che si alternano e che catturano l’attenzione. Una parola, un segno grafico, un dettaglio, una macchia di colore…

Un volume illustrato consigliato anche a chi non ha mai ascoltato le canzoni di Murubu perché lo storytelling dell’autore di Reggio Emilia è perfettamente equilibrato e ricco di suggestioni, molto più profondo di quanto potrebbe sembrare ad un ascolto (o ad una lettura) superficiale.

Particolarmente curata ed elegante anche l’edizione del volume, particolare che non guasta mai quando si parla di fumetti.

Murubutu

Murubutu, al secolo Alessio Mariani, si avvicina all’hip hop agli inizi degli anni ’90. Insegnante di filosofia e storia, dal 2000 comincia a riflettere sull’interazione fra contenuti scolastici e musica rap.

L’obiettivo è quello di fare del rap un mezzo espressivo per trasmettere contenuti di ordine culturale senza perdere l’attenzione verso la cura stilistica. Il risultato è un nuovo sotto-genere musciale: il rap didattico, concretizzato nel 2006 dall’uscita dell’album Dove vola l’avvoltoio con il collettivo La Kattiveria.

Sulla scorta della contaminazione fra rap e narrativa, Murubutu intraprende nel 2009 un progetto solista interamente dedicato allo storytelling, in cui sonorità hip hop classiche fanno da tappeto a testi con un forte curvatura cantautoriale e accenti poetici.

Ernesto Anderle

Scultore, pittore e illustratore. Quasi per gioco ha iniziato il webcomic di Vincent Van Love, ispirato dalle lettere del pittore olandese al fratello Theo, raggiungendo più di 79.000 followers.

L’altra sua pagina facebook, Roby il Pettirosso, in cui illustra le grandi canzoni italiane è altrettanto seguita. Accompagna con live paintings i concerti del rapper Murubutu.

Per BeccoGiallo ha pubblicato Vincent Van Love e Ridammi la mano. Fabrizio De Andrè. Vive a Pergine, in provincia di Trento.

Annunci
Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

Made with love by Andrea Andreetta

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: