Annunci

Pattuglia di notte

Pattuglia di notte di Jackie Kong è senza dubbio il film più brutto della storia del cinema. Un capolavoro.

Raramente si ha l’occasione di vedere un film in cui tutto è sbagliato: Pattuglia di notte infatti ha il merito di essere talmente brutto tanto da essere bellissimo. La trama è un classico: Melvin, poliziotto baffone e un po’ sfigato, di notte si trasforma nel cabarettista mascherato, proprio mentre la città è terrorizzata da un misterioso assassino mascherato che, tra l’altro, indossa la stessa maschera del nostro Melvin (un sacchetto di cartone con due buchi per gli occhi). A tutto ciò bisogna aggiungere un amore infelice per una collega (Linda Blair, l’indemoniata più famosa della storia del cinema).

Fin qui tutto bene, potrebbe sembrare la classica commedia alla Scuola di Polizia a basso costo, ma invece Pattuglia di notte è molto di più. E’ un incubo, un insieme di scene allucinanti, un accozzaglia di battute impresentabili, una serie di scene assembale da una mente tarata da una genialità perversa.

Pattuglia di notte

Procedo un po’ alla rinfusa e vediamo cosa ne salta fuori: indimenticabile il capo della polizia, un nano (vero) che emette in continuazione peti e scoreggi disgustosi (sì, disgustosi: non stiamo parlando del classico peto alla Alvaro Vitali, ma di vere e proprie scurze vestite, le classiche marce).

Strepitoso il cameo del Maestro Miaghi (Pat Morita) nel ruolo di un povero pensionato vittima di uno stupro collettivo da parte di un gruppo di femministe incazzate. Quasi patetico il baffone Melvin, sempre con la faccia sbagliata al momento giusto. E poi Linda Blair assolutamente sopra le righe.

Indimenticabile la scena con il cameriere puzzone con il dito nella tazza (un classico della comicità) perchè “ho un infezione, lo devo tenere al caldo”. “Ma non potresti mettertelo nel culo?” è la risposta educata di Melvin, al che il cameriere ribadisce: “Quello lo faccio di là, mentre sono in cucina”.

Un’apoteosi comica (sic!), che esplode nel finale, in cui il regista omaggio il duello finale de “Il buono, il brutto e il cattivo” con tanto di sfidanti vestiti alla messicana, con poncho e compagnia bella. Una scena da pelle d’oca.

Pattuglia di notte nonostante tutto resta un film imprescindibile per capire l’America degli anni ’90 (e infatti il film è uscito nell’84).

La scheda di Pattuglia di notte su IMDB

Guarda tutto Pattuglia di notte su YouTube

Scrivo cose, vedo gente, leggo libri e fumetti. Presidente Sugarpulp dal 2011. A 40 anni suonati sono in imbarazzo ogni volta che mi chiedono “Ma tu che lavoro fai?”. Up the irons!

Annunci
Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: