Torna l’Agenzia Investigativa Riccardo Finzi, a fine maggio in libreria

Riccardo Finzi

Torna l’Agenzia Investigativa Riccardo Finzi, a fine maggio in libreria nuovo volume per il geniale e divertente personaggio creato da Max Bunker.

Torna in libreria Riccardo Finzi, geniale e divertentissimo detective milanese nato dalla penna di Max Bunkervero e proprio mito del fumetto italiano e non solo.

A fine maggio infatti sarà disponibile in tutte le librerie un nuovo volume dedicato alle (dis)avventure dell’Agenzia Investigativa Riccardo Finzi nelle serie Oscar Giallo Mondadori.

Il volume si chiamerà Nel nome del delitto e conterrà l’inedito di Delitti Pilotati oltre alla riedizioni di Nel nome della mafia.

Torna l'Agenzia Investigativa Riccardo Finzi

Le parole di Max Bunker

Ad annunciare il ritorno di Riccardo Finzi è stato lo stesso Max Bunker con un lungo post su facebook di cui riportiamo un estratto:

La storia di questo inedito merita d’essere raccontata.Verso la fine del 1994 iniziai a scrivere i primi tre capitoli del libro a cui non avevo ancora dato il titolo. Poi accaddero dei fatti importanti che mi travolsero e i tre capitoli scritti finirono nell’archivio della smemoratezza.

Avevo finito da qualche mese “L’assassino è tra noi” e questo inedito doveva inserirsi subito dopo e prima di “Sparo per uccidere” che è del 1995.

Circa un anno fa, mettendo le mani nella cassapacca dei miracoli (così battezzata perchè riuscivo a trovare cose che temevo perdute) mi convinsi che il nome attribuito non era usurpato, infatti trovai una cartellina con i tre capitoli scritti in bella.

Li lessi con curiosità e vidi che proponevano personaggi che avevano avuto un ruolo ne “Nel nome della Mafia”, la nipote della Pina, l’agente speciale dell’Fbi Phil Calcaterra e d’improvviso mi venne alla mente tutta la trama che avevo ideato, aiutato anche da qualche appunto che era rimasto insieme ai dattiloscritti.

Ne parlai con il neo-direttore degli Oscar il quale mi invitò a portare a termine il romanzo di cui avevo accennato sviluppo e soluzione finale, visto che aveva già in programma la riproposta di tre romanzi di Finzi e un inedito era la ciliegina sulla torta.

Così mi misi all’opera caricato ed entusiasta ma non avevo calcolato che l’ambientazione era del 1994, quindi niente telefoni cellulari ad esempio ma la cosa più difficile era ritrovare l’atmosfera che aveva caratterizzato quell’epoca. Si trattava di oltre vent’anni prima!

Feci il topo di biblioteca alla Sormani e riuscii a recuperare l’afflato di quei giorni che a dirlo ora erano tempi felici senza saperlo, e incollai i miei polpastrelli al mio portatile iniziando la suonata in do maggiore opera 350. Tutto il resto è silenzio usava chiudere William Shakespeare. Ma no, non è così, tutto il resto è vita brillante e gioiosa anche se tinta di giallo.

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account