Annunci

Solo: A Star Wars Story, l’anteprima a Cannes

Solo A Star Wars Story, recensione in anteprima

La nostra Silvia Gorgi racconta in esclusiva per Sugarpulp (senza spoiler!) Solo: A Star Wars Story, presentato al Festival di Cannes in anteprima europea.

Spettacolare, ironico, con sentimenti, e un Han Solo, il personaggio che Harrison Ford rese mitico, qui interpretato da Alden Ehrenreich, giovane, carico, intraprendente, rispettato nella sua essenza: è sempre uno sbruffoncello, con una verve e un’energia che spingono avanti l’avventura.

Beh, il timore era altissimo, che anche in questo caso, come negli ultimi due episodi, il core di Star Wars venisse triturato dal business del franchising portando sullo schermo solo un “prodotto” commerciale, “l’americanata”, svuotata dei valori e della leggenda che i primi tre film della trilogia originale avevano regalato al pubblico degli anni Ottanta, divenendo mitici.

Ma Solo: A Star Wars Story di Ron Howard ce li riporta e lo fa con la fermezza di questo regista, che è in grado di aprire questo spin off con quaranta minuti dal ritmo serratissimo, per poi far prendere fiato al suo pubblico mentre si formerà il gruppo di quest’avventura; e in questa fase senza creare il gruppo di amici in maniera vacua e mediocre come oramai succede in tutti gli ultimi blockbuster americani, ma attraverso dettagli che pian piano rendono più profondi i caratteri e che lasciano allo spettatore la voglia di affezionarsi sempre di più ai suoi protagonisti, a venirne coinvolto.

Un bel intreccio di sceneggiatura, il film è scritto da Jon Kasdan e Lawrence Kasdan, quello che porta sullo schermo Howard, in grado di scegliere un cast davvero azzeccato, a partire dal suo protagonista, Ehrenreich – notato da Spielberg a 14 anni, il cui debutto con Segreti di famiglia è con Francis Ford Coppola (2009) – che doveva portare sulle spalle un pesantissimo fardello, il paragone con un mito, Harrison Ford.

E il ragazzo lo regge, lo fa grazie ad un’ironia che nella sceneggiatura emerge qua e là con qualche battuta che sdrammatizza e con un sorriso-sorrisetto che non potrà mai essere la smorfia di Ford, ma che potrà dare grande soddisfazione ai fans del mondo di Star Wars da qui in futuro.

Ma è l’intero cast a girare, a partire dalla grinta di Emilia Clarke (Il trono di spade), qui Qi’ra donna misteriosa, indipendente e dal forte carisma, che conosce Han fin da piccolo; a un sempre grandissimo Woody Harrelson, criminale e mentore di Solo, a Donald Glover, che è un giovane Lando Calrissian, a Paul Bettany, il signore del crimine Dryden Vos; a Chewbecca, il wookiee compagno d’avventure per antonomasia di Han.

Quel che restituisce al pubblico è l’inizio della storia di Solo, rispettandone valori e caratteristiche del personaggio che le generazioni hanno amato. È soprattutto questo quello in cui riesce Howard, per carità nulla di nuovo sotto il cielo, ma restituisce quell’immaginario senza commercializzarlo biecamente e in maniera un po’ vuota come fatto di recente.

Dunque non credete a Repubblica che definisce il film la più grossa americanata portata a Cannes. Si può dire che Solo è davvero “A Star Wars Story” per i canoni e i valori che rappresenta, e dà al pubblico due ore di divertimento ed evasione assicurata, grazie a scene ad alto ritmo d’azione, buoni sentimenti – una storia d’amore fra Solo e Qi’ra in punta di piedi – un intreccio di legami e amicizie, tradimenti, e colpi di scena che rinsaldano un immaginario; insomma è quello che questa saga è stata in passato, un film per tutti, ma per tutti davvero, da 0 a infiniti anni, per famiglie si sarebbe detto negli anni Ottanta, in cui l’avventura la fa da padrona, e il cuore sobbalza seguendo le evoluzioni di Solo sul suo Millenium Falcon.

La scheda del film

Solo: A Star Wars Story, è un film di fantascienza del 2018 diretto da Ron Howard. Il film è incentrato sulle avventure di un giovane Han Solo e del suo amico, lo wookiee Chewbecca, incluso il loro primo incontro con Lando Calrissian.

Scritto da Jon Kasdan e Lawrence Kasdan, è il secondo film della serie Star Wars Anthology, una serie di film a sé stanti ambientati nell’universo di Star Wars, dopo Rogue One: A Star Wars Story.

Ambientata undici anni prima degli eventi di Una nuova speranza e dopo Star Wars: Episodio III – La vendetta di Sith la pellicola racconta le vicende del personaggio di Han Solo dall’età di diciotto anni fino ai ventiquattro.

Solo: A Star Wars Story è stato presentato il 10 maggio 2018 a Los Angeles, e verrà distribuito il 23 maggio 2018 in Italia e il 25 maggio negli Stati Uniti.

Scopri tutti i DVD e Blu-Ray Star Wars su Amazon

Altre recensioni su Sugarpulp.it

Star Wars: Il Risveglio Della Forza

Star Wars: Gli Ultimi Jedi

Annunci
Tags:

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: