Un aperitivo entusiasmante con lo Spritz Letterario

Barbabietole e Spritz Letterario insieme per un aperitivo entusiasmante: dopo una settimana di riposo, torna la rassegna letteraria di Sugarpulp Schio

Un aperitivo entusiasmante con lo Spritz LetterarioL’appuntamento cambia però location: si lascia la formalità di palazzo Toaldi Capra, per tuffarsi nella vitalità del bar ristorante Due Mori. L’ambiente rustico, le luci soffuse, i muri in pietra, i tavoli in legno e l’immancabile aperitivo veneto a base di vino, seltz e Aperol, sono il contesto ideale per ospitare la presentazione di “Nord-Estero”, la seconda raccolta di racconti del gruppo “Spritz letterario”. Nata ormai nel lontano 2008, al termine di un corso di scrittura creativa, l’associazione, che annovera ormai quaranta membri, è solita ritrovarsi ogni quindici giorni nei bar di Vicenza per discutere dei progetti in cantiere tra gli vari associati, per fare esercizi di scrittura creativa e per gustarsi ovviamente un buon spritz. L’aperitivo a base di Aperol ha anche ispirato la prima raccolta di racconti “17 spritz, prego!”, poiché inizialmente l’associazione era composta da diciassette membri che, ovviamente, al bar ordinavano diciassette spritz. Il fine ultimo di “Spritz letterario” spiega Marianna Bonelli “è stanare dalle biblioteche le associazioni culturali di lettori, per organizzare ritrovi pubblici all’aria aperta, nelle piazze, in ogni caso fuori dei soliti contesti chiusi”. Il fil rouge della serata sono state le letture di brani e racconti, tratti da “Nordestero”, accompagnati come sempre da riff di chitarra, affidati per l’occasione ad Alessio dal Frà. E’ la stessa Marianna Bonelli, assieme a Riccardo dal Ferro, a far vivere gli eccentrici personaggi usciti dalla penna del gruppo “Spritz letterario”; protagonisti comicamente xenofobi, che incarnano lo stereotipo del veneto che rifiuta di instaurare relazioni con extracomunitari, ma anche personaggi più introspettivi, che vivono il dramma della grande alluvione di Vicenza del 2010, in storie ispirate dalla realtà che non mancano di lasciare importanti spunti di riflessione. “Nordestero”, insomma, è un insieme di racconti molto variegato, divertente e profondo nello stesso momento, irriverente ed emozionale. Ancora una volta Sugarpulp Schio ha portato alla luce, all’ombra del Pasubio, una lettura che si preannuncia coinvolgente ed entusiasmante.

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2017 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account