Annunci

Sugarpulp Festival 2012: intervista a Niccolò Storai

Sugarpulp Festival 2012: intervista a Niccolò Storai

Disegnatore dal tratto originale e personalissimo, Niccolò Storai sarà uno dei grandi ospiti del Sugarpulp Festival 2012. Proviamo a conoscerlo meglio attraverso questa intervista in attesa del Festival.

 

Sugarpulp Festival 2012: intervista a Niccolò StoraiQuelli che aspettano “Territori Noir: Sugarpul Festival 2012″: un’intervista multipla a tutti i protagonisti del prossimo Sugarpulp Festival. Diamo il benvenuto a Niccolò Storai:

Cosa ti aspetti da questo Sugarpulp Festival?
Mi aspetto di trovare un festival interessante e ben organizzato. Le persone che l’ organizzano hanno la mia fiducia, credo proprio che sia ben riposta!

Quanto contano gli aspetti legati al territorio (o ai territori) nei tuoi lavori?
Direi parecchio, nei miei libri mi piace molto parlare di cose che appartengono al nostro vissuto come nazione e come popolo.

Secondo te si pubblica troppo?
Questo non stà a me dirlo perchè anche nel caso si pubblichi troppo, alla fine è sempre il pubblico dei lettori che decide per tanto più scelta ha e più si interessa al media fumetto.
Ovviamente parlo pure io da lettore, divoro libri e fumetti in modo molto avido, qualcosa alle volte non mi piace ma quelli sono gusti.

Editoria digitale (dall’ebook al selfpublishing, da Apple a Amazon): che ne pensi?
Io amo la carta, ne sono troppo affascinato per rinunciarvi, il web lo vedo come un ottimo modo di fare pubblicità ai propri lavori. A tal proposito ho scoperto da qualche mese un sito che pubblica fumetti fighissimi che spero di poter acquistare presto in volume, Ii sito si chiama di Retina.

Il podio dei tuoi film preferiti
Troppi per essere ricordati tutti, non voglio tediare nessuno!

Meglio Twitter o Facebook?
Entrambi, questi potenti mezzi li uso spesso e con piacere!

Consigliaci un autore da invitare al festival 2013
Uno solo? Te ne dico due Jacopo Vecchio ed Ennio Bufi, non ve ne pentirete, due ottimi calibri!

Cinque aggettivi per definire il tuo lavoro
Non facile, per niente facile come domanda, alle volte penso di essere la persona peggiore per descrivere il mio lavoro. Sono sicuro che il termine che più mi si addice sia Grottesco, una parola che riassume dentro di se anche più di 5 aggettivi.

I 3 fumetti che ti hanno influenzato di più, sia come persona che come autore
Continuiamo con le domande toste eh??? Ok, ci stò, e ti dico senza carattere di classifica i fumetti che, almeno per ora, mi hanno dato di più. “Watchmen”, “5 è il numero perfetto” e “Sharaz -De”, lascio a chi ci legge il piacere di scoprirne gli autori, nel caso non li conoscano.

Qual è il character mainstream che avresti voluto ideare tu o a cui sei più affezionato?
Senza dubbio HellBoy di Mignola, un personaggio a cui puoi far fare di tutto e poi, è così divertente da disegnare!

La colonna sonora del tuo ultimo lavoro
Non poteva che essere la discografia di Fred Buscaglione, il mio nuovo libro parla proprio di lui!

 

Il sito ufficiale di Niccolò Storai

Annunci

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: