Summer Games Party: sabato 28 giugno a Padova!

Playing The Game – Videogiochi indipendenti in dialogo con arti e culture. Appuntamento sabato 28 giugno in Piazza Mazzini a Padova con Summer Games Party.

Playing The Game celebra e studia la convergenza fra videogiochi, arti e culture, configurandosi come una piattaforma dalla vocazione internazionale, nata per promuovere il potenziale creativo e innovativo del videogioco ed incoraggiarne la percezione pubblica quale medium culturalmente significativo. Summer Games Party sabato 28 giugno a Padova

Summer Games Party

Si chiama Summer Games Party la festa di chiusura della rassegna ENTER intersezioni di uomini e tecnologie, la cui realizzazione artistica è stata affidata da Tam Teatromusica a Playing The Game. Summer Games Party è una serata per celebrare i videogiochi che da oltre trent’anni ci fanno gareggiare in stadi digitali traboccanti tifosi appassionati, ripide montagne innevate e tumultuose onde marine senza spostarci dal divano – videogiochi che hanno accompagnato la nostra vita e creato momenti memorabili con i nostri amici. Si coprirà un arco di tempo lungo decenni, passando dai grandi classici agli esperimenti indipendenti più recenti, in un evento che coinvolgerà il pubblico permettendogli di sfidarsi e divertirsi in un’atmosfera di festa sia con le console che hanno fatto la storia dei videogiochi che con sistemi di controllo innovativi e futuristici. Una serata di sfide collettive con videogiochi che spaziano dal classico all’inedito, dedicati alla reinterpretazione creativa, ironica e dissacrante delle diverse discipline sportive, tra cui: bike polo, calcio, football americano, golf e pallavolo, nonché inattese ibridazioni delle stesse. La manifestazione, ad accesso libero e gratuito, si terrà sabato 28 giugno in Piazza Mazzini a Padova. Summer Games Party sabato 28 giugno a Padova Dalle ore 20.00 alle 24.00 sarà possibile divertirsi con: – Indie Games – 6 postazioni gioco dedicate al design contemporaneo, artistico ed indipendente; – Retro Games – 6 postazioni gioco dedicate all’evoluzione delle console commerciali; – Johann Sebastian Joust – l’acclamato gioco musicale multiplayer senza interfaccia grafica; – Body Pong – un’inedita versione contemporanea dello storico videogioco Pong. Inoltre, dalle 21.30, ci si potrà cimentare virtualmente con gli ottavi di finale dei concomitanti Mondiali FIFA Brasile 2014. Seguirà Chiptube Orchestra, la performance audiovisiva a tema realizzata da Paolo Branca (a.k.a. VjVISUALOOP). Quando sullo schermo dell’oscilloscopio apparvero, brillanti e incerte, le forme essenziali del terreno, della rete e del piccolo punto luminoso della palla, si aprirono alle porte ad una delle realtà più importanti della cultura degli anni avvenire: era il 1958 e si trattava di Tennis For Two, il primissimo videogioco sportivo della storia. Gli elementi fondamentali di tutti i titoli che sarebbero stati realizzati in futuro erano già tutti lì, in quei pochissimi kilobyte: la sfida, uno schermo su cui avvenivano gli eventi e, soprattutto, l’importanza data all’abilità del singolo giocatore.

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2017 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account