Annunci

The Fall

The Fall è la nuova serie tv con protagonista Gillian Anderson, la Dana Scully del telefilm cult X-files. Una serie da vedere assolutamente.

Ho visto ieri sera il pilot di The Fall, nuova serie tv ambientata in Irlanda, e il disagio che mi ha trasmesso continua a muoversi nella mia testa. The Fall è come entrare in un lago di acqua ghiacciata: ti fa salire i testicoli fino alla gola. The Fall è una serie fighissima.

Andiamo con ordine. Ero un po’ scettico approciando questa serie. Dopo The Following ero in un periodo di stanca sul genere thriller, e poi quando un’attrice è legata a un personaggio entrato nell’immaginario collettivo, spesso non riesce a smarcarsene. Come Sarah-Michelle Buffy e Ringer, per intenderci. Invece Gillian Anderson, indimenticata Scully di X-files, dopo la versione potenziata della dieta Durkan che le ha fatto perdere 200 chili e una massiccia dose di botox, ci regala un personaggio fresco, interessante.

The Fall

Interpreta la detective stronza che sa quello che vuole e non si fa problemi a ottenerlo.
L’inizio è delineato da una fotografia fredda, riprese minimaliste, un po’ opprimenti: si respira tensione.

Lo sfondo è un’Irlanda lacerata dalle guerre religiose, dal terrorismo, dalle lotte di potere. Belfast è una location diversa e interessante, che speriamo venga approfondita nel corso della serie senza cadere troppo nei luoghi comuni.

Inizia una narrazione contrapposta a due livelli: da un lato la detective, dall’altro il serial killer.

The Fall fa una scelta rischiosa, nel genere thriller: ci mostra il serial killer. Noi spettatori lo seguiamo in tutte le fasi della sua caccia e del compimento dei delitti. Ne vediamo la famiglia, le dinamiche lavorative, le perversioni, tutto. E la cosa che fa più paura è che sembra e vive come una persona normale: potrebbe essere il nostro vicino di casa, il compagno di classe, il corriere che viene a consegnarci i libri comprati su internet. Potrebbe essere chiunque, e questo rende la serie talmente terrificante che una volta finita la puntata non puoi fare a meno di uscire dal letto e controllare di aver ben chiuso porte e finestre.

Seguire il serial killer nei suoi spostamenti, se da un lato annulla l’effetto sorpresa dei colpi di scena, dall’altro aumenta a dismisura la tensione. E di tensione ce n’è un bel po’, in questa serie appena iniziata e già confermata per una seconda stagione. Una serie già sul podio delle mie serie preferite del 2013 insieme a Rectify.

The Fall

Piccolo inciso: io non ho mai capito come mai nei paesi anglosassoni le case abbiano delle dotazioni antintrusione che resistono solo allo sputo (e forse nemmeno a quello). Ma delle porte che non si aprono con carte di credito o delle finestre (non dico tapparelle o scuri, ma almeno i vetri infrangibili) che si aprono col coltellino svizzero pare brutto metterle, con quello che capita di questi tempi? Fine dell’inciso.

Insomma, The Fall è una serie che passa a pieni voti l’esame del pilot, diversificandosi dalle serie crime create con lo stampino.

Consigliato: agli amanti delle belle serie tv thriller
Sconsigliato: ai facilmente impressionabili

Guarda il TRAILER

Annunci
Tags:

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: