Thu’um, la lingua draconica di Skyrim

Thu'um, la lingua draconica di Skyrim

Thu’um, la lingua draconica: un viaggio di sola andata all’interno della complessa ed affascinante lingua dei draghi. Benvenuti nel folle mondo di Skyrim.

Gli Urli, anche noti come Thu’um nella lingua draconica, sono un’antica forma di magia utilizzata a Skyrim sin dagli albori della Prima Era, quando i Draghi regnavano incontrastati. Sotto la guida di Alduin, il primogenito del divino Akatosh, i leggendari giganti alati ordirono un vero e proprio piano di sterminio per assumere il controllo dell’intero Mundus (il piano dell’esistenza che avvolge Nirn, “pianeta” in cui si svolgono le vicende dei videogiochi).

Non tutti i Draghi, però, appoggiarono questa logica distruttiva. Durante la main quest di Skyrim, Paathurnax, fratello minore del Divoratore di Mondi, sostiene che voltò le spalle al suo padrone a causa della sua falsa pretesa di poter diventare una divinità. Tuttavia, le leggende Nord affermano che in realtà fu la stessa Dea Kyne ad intervenire, inviando il drago per aiutare l’umanità.

Ad ogni modo, Paathurnax, con l’aiuto di alcuni dei suoi simili, tradì il fratello e insegnò il Thu’um agli antichi Nord, consentendogli di rovesciare le sorti della guerra. Alduin fu bandito da Mundus e confinato a Sovngarde (una dimensione di Aetherius creata da Shor, in cui i più valorosi e impavidi condottieri Nord conducono una vita ultraterrena) e il resto delle bestie decimate fino all’apparente estinzione.

Apparente estinzione, appunto. Perché, come si è ben visto nel quinto capitolo della saga, a Skyrim furono eretti dei tumuli in cui vennero conservate le carcasse dei Draghi insieme agli adepti caduti in battaglia, nella speranza che un giorno sarebbero risorti per premiare i loro strenui adoratori.

La vittoria umana nel conflitto che è passato allo storia come la Guerra dei Draghi segnò l’epoca d’oro della razza Nord: da High Rock a Morrowind, si diede il via ad una notevole sequenza di conquiste belliche. La brutalità dei figli di Skyrim era incontenibile: intere città sottomesse con la forza del solo Thu’um. Nell’anno 700, durante la Battaglia della Montagna Rossa, l’armata di Jurgen Windcaller (il più potente tra tutti i Tongues, coloro che posseggono la naturale abilità di parlare la Lingua dei Draghi, nonché fondatore dell’ordine monastico dei Greybeards) fu contro ogni aspettativa annientata dai Chimers.

A seguito di perdite catastrofiche, Windcaller passò sette lunghi anni a riflettere sul significato di questa sconfitta. Arrivò alla conclusione che i Divini vollero punire i Nord per il blasfemo e arrogante utilizzo del potere della Voce. Persistendo nelle sue convinzioni, l’eroe fondò un credo pacifista che battezzò La Via della Voce, che predicava appunto la sacralità di un dono come il Thu’um. Da allora fino alla Quarta Era, l’utilizzo della Voce rimase confinato tra le mura di High Hrothgar, la sede dei Greybeards, situata sulla vetta più alta di tutta Skyrim.

La voce dei monaci non fu più udita per secoli, eccezion fatta per la venuta di Tiber Septim (di cui parleremo più avanti, magari). Durante il terzo secolo della Quarta Era, come inciso sul Muro di Alduin, l’ultimo Dovahkiin (Dragonborn) percorrerà i 7000 scalini e parlerà con Arngeir, l’unico Greybeard in grado di proferir parola senza causare cataclismi naturali. “No doubt. The appearance of a Dragonborn at this time is not an accident. Your destiny is surely bound up with the return of the dragons. You should focus on honing your Voice, and soon your path will be made clear.”

I Greybeards riconosceranno l’eroe di Skyrim come L’ultimo Dragonborn, istruendolo così alla Via della Voce.

La profezia del Dovahkiin: DOVahKiiN DOVahKiiN NaaL OK ZIN LOS VahRiiN Wah DeiN VOKUL MahFAERaaK ahST VaaL ahRK FIN NOROK PaaL GRaaN FOD NUST HON ZINDRO ZaaN DOVahKiiN Fah HIN KOGaaN MU DRaaL ahRK FIN KEL LOST PRODah DO VED ViiNG KO FIN KRah TOL FOD ZeyMah WIN KeiN MeyZ FUNDeiN ALDUIN FeyN DO JUN KRUZiiK VOKUN STaaDNAU VOTH aaN BahLOK Wah DiiVON FIN LeiN

Tradotta in italiano suona più o meno così: Sangue di Drago! Sangue di Drago! In tuo onore è giurato Per tenere a bada il male per sempre E i più feroci nemici sconfiggere Quando sentono l’urlo del trionfo Sangue di Drago per la tua benedizione preghiamo E le Antiche Pergamene hanno predetto Ali nere nel cielo freddo Quando fratello combatterà fratello Alduin, sventura dei Re, Ombra antica mai domata, Con una fame sconfinata! La cura con cui viene sviluppato il lore della serie The Elder Scrolls è sempre sorprendente.

Naturalmente è stato coniato un intero alfabeto draconico con tanto di relativi fonemi, che ne costituiscono di fatto una vera e propria lingua pronunciabile. Un lavoro davvero mastodontico!

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account