Transylvanian Chronicles, TIFF15 Giorno Uno

TIFF15 Giorno Uno, transylvanian chronicles

Il TIFF15, Transylvania International Film Fest, spacca anche quest’anno, non c’è niente da fare. Tanto per cominciare Cluj Napoca è una città mozzafiato, universitaria, giovane, dinamica, con piazze magnifiche, ristoranti, club e caffè a profusione, un’atmosfera da Mitteleuropa che lascia estatici e poi il festival ha ancora una volta, una selezione incredibile di film. Se a questo aggiungiamo che fra due giorni sono ufficialmente invitato al mio primo Hungarian Gulash Party capite bene che c’è di che andare fuori di testa. Fuori Silva dentro Staropramen, han cambiato la birra ma si gode lo stesso, assaggiate la dark: roba da leccarsi i baffi.

TIFF15, un festival connesso

Altra cosa fondamentale: siete connessi ovunque… niente password, niente stronzate, se volete fare un pezzo “cotto e mangiato” non dovete sclerare per avere la vostra password o la username per poi scoprire che… non c’è connessione, come accade sempre in Italia. No, qua va tutto a pallettone, basta cliccare sulla rete TIFF e via, no way, Italia quarto mondo e non c’è dubbio se è vero che al Salone del libro, al Far East Film Fest o perfino in albergo a Roma non sono mai riuscito a navigare decentemente: è un problema tutto italiano naturalmente quello di fingere di avere il wireless per scoprire che non è così.

Un programma pazzesco

Vabbè, menate a parte, quest’anno al TIFF15 c’è un programma pazzesco con noir da urlo come Dogs di Bogdan Mirica – film rumeno che rivisita il western in chiave crime contemporanea – e poi la proiezione di Mad Max Fury Road alla presenza del suo produttore Iain Smith – roba che Brunoro potrebbe ammazzare… – e ancora chicche direttamente dal nord tipo Sparrows, capolavoro islandese duro come un sasso, firmato da Runar Runarsson o ancora A War di Thobias Lindhholm altro gioiello, questa volta direttamente dalla Danimarca. Naturalmente ogni sera ci sono party assurdi come quello della HBO o il weekend in castello, a Castel Banffy a Bontida, avete decine di concerti, menù tipici, cocktail club e, occhio, tutto costa un terzo dell’Italia: una bottiglia da mezzo litro di birra viene 8 Lei e cioè meno di due euro! Una camera in un albergo a tre stelle di charme costa meno di quaranta euro. Insomma, non venire a Cluj Napoca durante il festival del cinema più importante di tutto l’Est Europa è veramente volersi del male. Nei prossimi giorni, vi racconterò il resto in esclusiva: per gli aficiionados di Sugarpulp. Sempre se sopravvivo ai fiumi di birra nera che innietterò in vena. Il consiglio, per il prossimo futuro è… se siete vere barbabietole venite a gustare il TIFF fra fine maggio e inizio giugno perché l’atmosfera è travolgente!

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

© 2009 - 2016 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account