Annunci

Whiteout di Greg Rucka e Steve Lieber

Con Whiteout il freddo penetra letteralmente nelle ossa del lettore che vive davvero un’esperienza disturbante. Da apnea

Whiteout di Greg Rucka e Steve Lieber

Titolo: Whiteout
Autore: Greg Rucka e Steve Lieber
PP: 160
Editore: BD Edizioni
Prezzo: 12.00

Il Whiteout toglie i punti di riferimento, perché elimina i colori lasciando attorno all’uomo solo una cosa: il bianco. Un fenomeno che si verifica nel corso di una tormenta di neve.

Quando la temperatura va a quaranta sotto zero e il blizzard che taglia la faccia e gira nell’aria i giganteschi fiocchi bianchi è talmente forte da non permetterti di vedere oltre pochi centimetri davanti a te.

Antartide: il regno del ghiaccio. Carrie Stetko è uno sceriffo americano. Ha seppellito sotto la neve i fantasmi di una vita crudele che non le ha risparmaiato ferite profonde.

Ma il presente porta con il freddo una promessa di morte. Visto che un serial killer sanguinario sta imbrattando di rosso il continente bianco, scavando le facce delle sue vittime a colpi di piccozza.

C’è un’ambientazione dura e plumbea a far da scenario ad uno dei moderni capolavori del fumetto americano indipendente.

Perché Whiteout, scritto da uno dei giovani autori più interessanti della nuova ondata noir a stelle e strisce – Greg Rucka – tratteggia un personaggio femminile pieno di contraddizioni e debolezze, aggrappato alla vita con le ultime energie rimaste e pronto però a fare giustizia a costo di diventare l’ultima vittima dell’assassino.

Whiteout di Greg Rucka e Steve Lieber

Un ritratto vivido, appassionato, insolito, anche per la dolcezza con cui Rucka riesce a rendere le fragilità di Carrie. Un fumetto che, nel 1999, si guadagnò un Eisner Award come miglior Graphic Novel dell’anno.

Certo, oltre alla splendida sceneggiatura di Rucka, ci sono anche i disegni duri ed essenziali di Steve Lieber che rendono magistralmente un senso incombente di tragedia anche grazie ad un talento superbo nel catturare quell’atmosfera claustrofobica e ovattata che le distese di neve suggeriscono.

Il freddo penetra letteralmente nelle ossa del lettore che con Whiteout vive davvero un’esperienza disturbante. Da apnea. Se a questo aggiungete una copertina mozzafiato di Frank Miller, il gioco è fatto.

Merito di BD edizioni, naturalmente, che ancora una volta propone non solo un autore rivelazione per il mercato italiano ma mostra cura e attenzione sia in fase di packaging – l’elegante brossura bianca è di sicuro effetto – che in fase di editing (Tito Faraci e Andrea Ferrari) e traduzione, dove Filippo Ferrari “mette a punto” una versione in italiano particolarmente ficcante e efficace mantenendo al meglio il tiro affilato di Rucka.

Whiteout di Greg Rucka e Steve Lieber

Lontano dai giganti Marvel e DC, questa gemma originariamente pubblicata da Oni Press, è il punto di partenza perfetto per conoscere uno degli autori di riferimento in quel particolare solco di nuovi talenti d’oltreoceano che stanno sviluppando un affascinante laboratorio di scrittura mescolando la sceneggiatura cinematografica con quella da fumetto e firmando contemporaneamente alcuni dei migliori romanzi noir e hard boiled degli ultimi anni. Inutile scrivere ancora una volta di chi stiamo parlando perché tanto li conoscete già.

E, non a caso, di Whiteout a settembre esce un film per la regia di Dominic Sena (già autore di piccole perle come “Kalifornia” e “Codice Swordfish”) con la fascinosa Kate Beckinsale nel ruolo di Carrie.

Davvero niente male, anzi perfetto da leggere sotto il bollente ombrellone estivo.

Annunci
Tags:

© 2009 - 2018 Associazione Culturale Sugarpulp

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: