“E se tutta la tua vita fosse fatta solo di bugie?” La recensione di Pierluigi Porazzi del nuovo thriller di T.M. Logan

Bugie di T.M. Logan, la recensione di Pierluigi PorazziTitolo: Bugie
Autore: T.M. Logan
Editore: La Corte Editore
pp: 400

È difficile, fra le tante proposte editoriali, trovare un romanzo che soddisfi pienamente le aspettative dei lettori. Bugie, di T. M. Logan, edito da La Corte Editore, è uno di quei pochi thriller che riescono a costruire, allo stesso tempo, una trama originale e avvincente, con una serie di colpi di scena che sembrano non terminare mai.

Il protagonista, Joe, racconta la vicenda in prima persona, e dalle prime pagine capiamo che ha una vita tranquilla e ordinata. È sposato, ama sua moglie e suo figlio, e lavora come insegnante. Un giorno, però, fa la scelta sbagliata, deviando dalla sua routine quotidiana con un’azione apparentemente banale, ma che dà il via a una serie di eventi che porteranno Joe a vedere la sua vita sgretolarsi pezzo dopo pezzo, diventare un incubo, fino a vedersi accusato di omicidio e a dubitare di qualsiasi cosa e di chiunque.

Joe non saprà più quale sia la verità, chi siano davvero i suoi amici e chi stia cercando di distruggergli l’esistenza, e, forse, di ucciderlo.

Bugie è un romanzo costruito in maniera impeccabile. Un uomo comune è coinvolto in una vicenda straordinaria, violenta e nera; la trama è elaborata con grande sapienza e intelligenza e con un finale in cui, quando ormai il lettore non sa più cosa aspettarsi, l’autore, con un ennesimo gioco di prestigio, riuscirà a ingannare e sorprendere anche i lettori più smaliziati.

Senza dubbio, T. M. Logan, con Bugie, ha scritto uno dei migliori thriller degli ultimi anni, uno di quei rari romanzi che riescono a tenere qualsiasi lettore incollato alle pagine, con il desiderio, sempre crescente, di proseguire la lettura e di scoprire cosa succederà al protagonista, e che potrebbe diventare anche un film di sicuro successo.

Se amate i gialli e i thriller, ma soprattutto se amate i buoni libri, non potete fare a meno di leggere Bugie. Non ve ne pentirete.