Davide Cossu presenta il Castello delle Congiure a Chronicae: appuntamento per giovedì 11 aprile alle 20:30 al Teatro Filarmonico di Piove di Sacco.

Anche Davide Cossu sarà tra i protagonisti della 10a edizione di Chronicae, Festival Internazionale del Romanzo Storico. Il giovane autore sardo, da poco in libreria con la seconda indagine di Leon Battista Alberti, ovvero Il Castello delle Congiure, è fissato per giovedì 11 aprile alle ore 20:30 al Teatro Filarmonico di Piove di Sacco.

Una serata interamente dedicata al Thriller Storico dato che a seguire ci sarà anche l’incontro con Matteo Strukul. A presentare entrambi gli incontri Monica Sommacampanga. Come sempre l’incontro è gratuito ma i posti sono limitati, è possibile prenotare il proprio posto gratuito direttamente su Evenbrite.

Il castello delle congiure

Un’indagine di Leon Battista Alberti. Un delitto dal movente oscuro riporta alla luce antichi segreti della famiglia d’Este Ferrara, autunno 1442. Leon Battista Alberti è invitato a corte per partecipare, in qualità di giudice, a un concorso indetto dal marchese Leonello d’Este: al vincitore sarà commissionato un monumento in onore del suo defunto padre, Niccolò III. Nel frattempo, approfittando dell’antica amicizia che li lega, il marchese incarica Leon Battista di indagare su un fatto spinoso che sta turbando la città: la giovane Laura Pendaglia, erede del cittadino più ricco di Ferrara e promessa sposa di Folco Bonacossi, ha deciso di rinunciare alle nozze e rifugiarsi in convento per farsi monaca.

Mentre Leon Battista cerca di orientarsi tra giochi di potere e trame ordite dalle famiglie dei mancati sposi, il giovane Folco muore in circostanze che rimandano alle pagine dei romanzi d’amor cortese. Con l’aiuto dei suoi fidati compagni, il dotto Parentucelli e l’avventuriero de’ Conti, e di Margherita, un’audace e bellissima nobildonna, l’Alberti, in una giostra di amori, tradimenti e rivelazioni inaspettate, tenta di far chiarezza sulla scia di sangue che macchia la corte di Ferrara. Una traccia che conduce a una tragedia confinata nel passato oscuro degli Este, la cui ombra minaccia il potere di Leonello e la sorte stessa del suo casato.