Di Brasile e America Latina. Storie di politica, (in)giustizia, narcos e pandemia. Appuntamento con Francesco Guerra martedì 28 maggio alla Libreria La Forma del Libro di Padova.

Mercoledì 28 maggio appuntamento alla Libreria La Forma del Libro con Francesco Guerra per scoprire Di Brasile e America Latina. Storie di politica, (in)giustizia, narcos e pandemia, il suo libro pubblicato da Reality Book nel 2023 (lo trovate su Amazon).

Jacopo Pezzan, general manager di LA CASE Books, dialogherà con Guerra per approfondire le tante tematiche di un libro che riesce ad esplorare la complessità e l’unicità di una delle fasi più drammatiche della storia recente del Brasile.

Un progetto golpista

Un viaggio all’interno di un Paese-continente dal fascino incredibile, un viaggio effettuato proprio quando il Brasile stava vivendo uno dei suoi momenti più bui.

28 articoli, pubblicati tra il novembre del 2018 e lo stesso mese del 2020 sul giornale online NeXt Quotidiano, i quali, idealmente, scandiscono il tempo di un progetto golpista avviato nel 2016 con l’impeachment della presidente Dilma Rousseff, proseguito – al ritmo del giustizialismo populista della Lava Jato dell’ex giudice Sérgio Moro e del procuratore Deltan Dallagnol – con l’ingiusta detenzione dell’ex presidente Lula e conclusosi, di fatto, con l’elezione alla Presidenza della Repubblica dell’ex leader di estrema destra Jair Bolsonaro.

Ecco cos’ha scritto scrive Alfredo Somoza, decano del giornalismo italiano sull’America Latina, nella prefazione al libro:

Francesco Guerra ci racconta queste cose in modo radicale, ma sempre rigoroso. Con taglio giornalistico, che svela però l’humus accademico dell’autore. E non potrebbe essere altrimenti perché il Brasile di oggi urla disperatamente il suo bisogno di solidarietà, non ideologica, ma sì radicale. Non si può essere moderati davanti allo spettacolo che la grande nazione brasiliana ci sta offrendo. Esserlo vorrebbe dire diventarne complici.

Complessità latinoamericana

Una cronaca dal Brasile, arricchita dal rigore teorico di chi, prima che reporter, è storico, capace di confrontarsi con più temi di analisi (dal lawfare al narcotraffico, fino alla pandemia da Covid-19) e di soffermarsi, anche, su altri contesti latinoamericani, quali, per esempio, la Bolivia, la Colombia e l’Honduras, ogni volta restituendo la complessità delle realtà rappresentate, siano esse un discusso tentativo di golpe o una ramificata rete di relazioni tra attori istituzionali coinvolti nel narcotraffico internazionale.

L’evento, realizzato in collaborazione con Impact Srl, spinoff dell’Università di Padova,  è gratuito ma è vivamente consigliata la prenotazione su Eventbrite.