Ecco, attraverso una sapiente scrittura, dei dialoghi fulminanti (Corvo è dotato di un sarcasmo micidiale, non solo nei confronti dei suoi superiori) e un coupe de teathre degno del miglior Billy Wilder esplicato nella ‘figura’ del narratore in prima persona della vicenda, Il Narratore Onnisciente e Obiettivo per eccellenza, Marc Pastor ci inchioda dalla prima all’ultima pagina in un turbinio di orrori e passioni che appartengono alla storia dell’essere umano tout court!