La ragazza nella nebbia, la recensione

donato-carrisi-la-ragazza-nella-nebbia-featured

La ragazza nella nebbia, la recensione di Federica Belleri del nuovo thriller di Donato Carrisi per Sugarpulp MAGAZINE.

donato-carrisi-la-ragazza-nella-nebbia-recensioneTitolo: La ragazza nella nebbia
Autore: Donato Carrisi
Editore: Longanesi
PP: 353
Prezzo: 18,90

Anna Lou ha solo sedici anni quando scompare. Per lei un incontro di catechismo in chiesa, al quale non ha mai partecipato. È il ventitré dicembre. I genitori sono sgomenti. La madre è determinata nella sua fede indistruttibile, il padre tiene lo sguardo basso ed è taciturno.

Siamo ad Avechot, un paesino alpino con lo stretto necessario per vivere, contornato da boschi, montagne e un fiume. Una confraternita religiosa unisce gran parte della comunità. Un impianto di estrazione mineraria la divide, fra arricchiti e modesti.

I giovani sembrano avere poche occasioni per divertirsi, se non clandestinamente. Sembra il luogo ideale per far sparire una ragazzina dolce e solare, con i capelli rossi e le lentiggini. L’arrivo dell’agente speciale Vogel in paese accende i riflettori sul caso e permette ad un viscido circo mediatico di montare le tende.

L’apprensione per la giovane scomparsa si mescola alla morbosa curiosità di carpire segreti e informazioni. I media hanno fiutato il terribile interesse e, presto, illuminano la vita dei genitori di Anna Lou. La comunità sposta l’attenzione verso la ricerca di un “mostro”, abilmente manipolata da Vogel e dalla sua esperienza sul campo.

Nelle persone si insinua il malumore, il sospetto e la rabbia. Per gestire al meglio l’indagine servono abiti dal taglio sartoriale, cravatte e scarpe abbinate. È necessario un plastico della valle, giornalisti e fotoreporter ovunque. Bisogna sapersi esprimere a dovere, senza dire troppo, lasciando le frasi incompiute …

Intorno a tutto questo, si perde di vista il dolore della famiglia e la ragazzina stessa. Cosa è più importante, ritrovarla o incastrare un colpevole? Vogel sembra guidare il carrozzone passo dopo passo, a modo suo. Etichettare e sbattere in galera è d’obbligo.

Esistono gli avvocati e i cronisti d’assalto adatti, per aiutarlo. La vicenda assume particolari sfumature, qualcosa sembra previsto e già organizzato. Cosa sta accadendo? Dove ritrovare la verità? Conosciamo davvero chi ci sta accanto?

Siamo realmente disposti a mettere in discussione l’educazione data ai nostri figli? Tutti possediamo scheletri ben nascosti. Quanto vogliamo metterci in gioco, per poter accusare qualcun’altro?

Il passato è dietro l’angolo, nell’ombra, nella nebbia. Si nasconde e non vuole svelare la propria natura. Quella vera. Qualcuno è pronto al percorso più orribile, pur di uscire dalla mediocrità.

Il denaro comanda e crea vuoti incolmabili. Dalla parte opposta, il successo si può pagare a caro prezzo. La falsità ha scarse possibilità di passarla liscia. Siamo tutti luce e buio.

Buona lettura.

Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

Made with love by Andrea Andreetta

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: