Annunci

Play, la recensione

Play di Laura Orsolini

Play, la recensione di Giacomo Brunoro del nuovo romanzo di Laura Orsolini.

Play, la recensione del nuovo romanzo di Laura Orsolini

Quando tuo figlio di 10 anni ti requisisce un libro e non lo molla fino a quando non l’ha finito significa che c’è qualcosa che non va. Anche perché poi mentre lo leggi pensi “che figata di libro, strano che sia piaciuto anche a lui…”.

Quindi o sei diventato troppo vecchio, oppure l’autrice è riuscita a scrivere una storia che tiene incollati alle pagine anche i più giovani. Oppure tutte e due le cose…

Play, il nuovo romanzo di Laura Orsolini, è tante cose tutte insieme e, soprattutto, parla a generazioni diverse grazie a diversi livelli di lettura, tutti peraltro azzeccatissimi.

Vasco, il protagonista di questa storia, gioca alla playstation, va a scuola, divide la casa con la madre. Il padre è da qualche parte, non si sa dove. Queste le premesse per una storia che si sviluppa attraverso snodi inaspettati e con uno stile fresco e coinvolgente.

Play infintta non si limita a raccontare la storia di un ragazzino che passa le giornate chiuso nella sua cameretta a videogiocare con una madre che fatica a capirlo (e a capirsi).

Play è un romanzo di formazione? Senza dubbio, ma non solo. È un romanzo che parla di dipendenza videoludica, di amore (esiste un’età giusta per innamorarsi?), di adolescenza vista attraverso gli occhi degli adulti e degli adolescenti. Un romanzo che racconta paure e debolezze mostrandoci però come vincerle, per andare oltre. Per crescere.

E poi grazie a Dio non c’è la pallosa visione paternalistica di noi adulti che commentiamo sprezzanti i ragazzi di oggi. Laura fa il suo dovere di autrice e ci racconta una storia. Non si perde in pipponi su come non sono o su come dovrebbe essere “i gggiovani” (quando finirà l’odioso mito scoreggione della “meglio gioventù” sarà sempre troppo tardi).

Play è un romanzo fatto di emozioni, inquietudini, paure, gioie, solitudini, condivisioni e sorprese. Un romanzo con un finale liberatorio che arriva a sorpresa e che ti esplode dentro con un enorme boom!

La trama

Vasco ha sedici anni, frequenta il liceo scientifico e passa le giornate giocando alla Play. Una mattina, a scuola, trova un diario segreto. Racconta di un patto di sangue e di una ragazza presunta suicida. Le indagini volte a scoprirne l’identità uniscono il destino del protagonista a quello di Martina, sua compagna di classe ed ex brutto anatroccolo, e di Aurelio Sarti, professore di matematica di ripetizioni di Vasco.

Sarà compito dell’amore lenire i dolori di un passato che torna a fare male e sconfiggere la paura di vivere che impedisce ai protagonisti di vivere il presente ed essere felici.

Annunci
Tags:

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

Made with love by Andrea Andreetta

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: