Sugarpulp Festival 2012: Gianni Simoni

Quelli che aspettano “Territori Noir: Sugarpul Festival 2012”: un’intervista multipla a tutti i protagonisti del prossimo Sugarpulp Festival. Ecco a voi Gianni Simoni:

Cosa ti aspetti dallo Sugarpulp Festival?

Un’esperienza interessante, vista la notorietà del vostro evento.

Quanto contano gli aspetti legati al territorio (o ai territori) nei tuoi lavori?

Direi molto. Il territorio si integra e interferisce coi personaggi, in un tutto che spesso diviene omogeneo.

Secondo te si pubblica troppo?

Sicuramente. Non credo vi sia altro Paese che come il nostro è tanto “ospitale” nei confronti della letteratura straniera. Troppi autori, spesso ottimi. altre volte mediocri e destinati a scomparire dalla scena. Poco male. Ce ne faremo una ragione.

Editoria digitale (dall’ebook al selfpublishing, da Apple a Amazon): che ne pensi?

Può essere il futuro, anche se sono un po’ dubbioso in proposito. Per quanto mi riguarda continuo ad amare il libro stampato, come un oggetto che puoi tenere in mano, sfogliarlo e finire con l’amarlo, proprio come un bell’oggetto.

Il podio dei tuoi film preferiti.

Rashomon, Barry Lindon e Departures.

Meglio Twitter o Facebook?

Non so rispondere. Non pratico né Twitter né Facebook.

Consigliaci un autore da invitare al festival 2013

Un mio omonimo: Carlo Simoni, autore, tra l’altro, de “L’orizzonte del lago” edito da Cierre edizioni e de “Il segreto dell’arte” di prossima pubblicazione.

Cinque aggettivi per definire la tua scrittura.

Corretta, scorrevole, comunicativa, intrigante, rilassante.

La colonna sonora del tuo ultimo romanzo.

Una sonata di Bach, ripetitiva.

I tre romanzi che ti hanno influenzato di più, sia come persona che come autore.

“Il rosso e il nero” di Sthendal, “Le anime morte” di Gogol e “Una vita” di Svevo.

Il libro che non sei mai riuscito a finire di leggere.

Il Codice Da Vinci

Contattaci

Non ci siamo in questo momento. Mandaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

Made with love by Andrea Andreetta

Log in with your credentials

Forgot your details?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: